Sergio Ermotti: dalla pioggia alla grondaia?

| di Katharina Bart finews.ch 29.4.20

Nonostante i suoi successi come CEO della più grande banca svizzera, Sergio Ermotti non sarà in grado di fare un applauso dagli azionisti durante il suo ultimo incontro generale UBS. L’evento si svolge praticamente. Dopo il suo intenso periodo in UBS, grandi sfide lo attendono nel suo nuovo posto di lavoro. null

Quando Sergio Ermotti (per l’ultima volta oggi) risponde alle domande e alle critiche degli azionisti di UBS, non ci saranno. Come la maggior parte delle aziende svizzere, la grande banca sta organizzando l’assemblea generale praticamente a causa della pandemia della corona – il che significa che Ermotti perde l’occasione di fare il punto dei suoi nove anni come capo davanti a una sala fieristica piena di proprietari UBS. 

I media hanno già scritto molto sui risultati e gli errori di Ermotti come CEO della più grande banca svizzera, anche perché ha avuto la fortuna di trarre le conseguenze di alcuni errori del passato. Non è stato in grado di svolgere completamente questo compito. Ha lasciato il suo successore Ralph Hamers una pesante eredità . 

Colpisci forte

Ci sono anche alcuni pazzi ad aspettarlo dal suo prossimo datore di lavoro: due settimane fa, è stato eletto nel consiglio di amministrazione del riassicuratore dal 95,1 percento degli azionisti svizzeri di Re. Tra un anno sostituirà Walter Kielholz , che si ritira a 70 anni, come presidente. 

Ma la pandemia della corona, che ha spinto l’Assemblea Generale UBS nello spazio virtuale, colpirà duramente tutti i riassicuratori, come hanno scoperto di recente gli analisti dell’agenzia di rating Moody’s. Aziende come Swiss Re proteggono gli assicuratori (diretti) da pretese elevate. 

Problema olimpico

“Sebbene i riassicuratori globali abbiano chiuso l’anno con una solida ammortizzazione del capitale, le perdite derivanti da impegni pandemici e i danni causati da eventi eccezionali e l’assicurazione contro gli infortuni degli Stati Uniti indeboliranno i risultati futuri, anche se i prezzi rimarranno favorevoli”, hanno scritto gli analisti di Moody’s guidati da  Siddhartha Ghosh .

Eventi importanti come i Giochi olimpici di Tokyo, in cui Swiss Re afferma di essere a rischio di $ 250 milioni, rappresentano un grosso problema. Ma una crisi come la pandemia di corona con le drastiche contromisure associate colpisce tutte le aree di attività degli assicuratori. 

Scandali fatti in casa

“Al momento, vediamo la crisi come assolutamente sostenibile”, ha detto Kielholzdue settimane fa. «La nostra attività rimane resiliente. Abbiamo sempre gestito con cura il nostro capitale e continuiamo a farlo. » Tra le altre cose, Swiss Re ha anche sospeso un programma di riacquisto di azioni per rendere disponibile il capitale in periodi difficili. 

L’incertezza che Swiss Re sta affrontando offre a Ermotti una nuova opportunità per dimostrarsi un gestore delle crisi. Alla UBS, ha dovuto affrontare una serie di scandali fatti in casa, tra cui la manipolazione dei tassi di interesse, dei metalli preziosi e dei mercati valutari e varie procedure fiscali. Affronta una sfida incerta con i riassicuratori: gli effetti a lungo termine della pandemia sono completamente sconosciuti. 

Dodici mesi

Ermotti è un esperto banchiere d’investimento, non un matematico o un attuario. Ora ha dodici mesi per convincere Kielholz a familiarizzarlo con il suo nuovo lavoro. Quest’ultimo è un veterano del settore assicurativo, che ha anche fatto apparizioni presso le banche, tra cui sei anni come presidente del Credit Suisse. 

Per le prospettive commerciali di Swiss Re, molto dipende dal fatto che eventi importanti come i Giochi olimpici vengano cancellati o semplicemente posticipati. I giochi estivi a Tokyo, che avrebbero dovuto iniziare il prossimo luglio, sono già stati posticipati al 2021, ma ora potrebbero essere annullati del tutto , il che avrebbe pagato Swiss Re a un conto più elevato. 

Non sempre facile

Per il secondo riassicuratore più grande del mondo, la chiave è rinnovare con successo gli attuali contratti. Nuovi prezzi e condizioni contrattuali sono stabiliti in ciascun caso. Servono da metro per gli affari. Finora i lavori di ristrutturazione hanno avuto successo. Swiss Re pubblicherà un corrispondente aggiornamento giovedì (domani) quando saranno presentate le cifre trimestrali. 

Oltre a possibili danni come la cancellazione dei Giochi olimpici, i riassicuratori sono anche esposti all’assicurazione del credito o alla copertura di interruzioni dell’attività, laddove il pagamento può essere dovuto senza danni fisici. 

Ma Ermotti, che compirà 60 anni il prossimo mese, non dovrebbe aver paura di questa nuova sfida. Di recente ha detto ai dipendenti di UBS che i suoi nove anni al vertice erano “non sempre facili”. “Ma grazie a tutti voi e molti dei nostri ex colleghi, la nostra azienda oggi è in gran forma.” Si spera che alla fine del suo tempo come Swiss Re President sarà in grado di suonare toni simili.