Coronavirus:Bankitalia, famiglie hanno perso 140 mld ricchezza

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Nel primo trimestre dell’anno le forti oscillazioni dei rendimenti dei titoli di Stato e i ribassi dei corsi azionari e obbligazionari hanno determinato una riduzione della ricchezza finanziaria delle famiglie italiane di oltre 140 miliardi, pari al 3,2% del suo valore alla fine del 2019. 

E’ quanto si legge nel rapporto sulla stabilità finanziaria di Bankitalia nel quale si precisa come il portafoglio finanziario delle famiglie è allocato per circa la metà in strumenti (obbligazioni pubbliche e private, azioni, quote di fondi comuni, fondi pensione e prodotti assicurativi) il cui valore è esposto alle tensioni sui mercati. Gli investimenti in tali attività sono elevati soprattutto per i nuclei familiari con redditi sopra la mediana (quasi il 50% della loro ricchezza finanziaria), ma non sono di entità trascurabile neanche tra gli altri nuclei (circa il 25% del portafoglio). 

Nei prossimi mesi la ricchezza finanziaria delle famiglie con redditi più bassi (al di sotto della mediana) potrebbe diminuire considerevolmente per la necessità di dover disinvestire attività in modo da assorbire il forte calo di reddito; circa i due terzi di queste famiglie detengono attività finanziarie per meno di 5.000 euro. 

Il tasso di crescita dell’indebitamento verso le banche, prossimo al 3% annuo in febbraio, è destinato a ridursi per effetto della pandemia: l’impatto sul credito del ridimensionamento del numero delle compravendite immobiliari e della contrazione della spesa per beni di consumo durevoli dovrebbe più che compensare sia la diminuzione dei rimborsi connessa con la moratoria sui mutui, sia l’eventuale incremento della domanda di liquidità per smussare gli effetti del calo del reddito 

sui consumi. 

vs 

(END) Dow Jones Newswires

April 30, 2020 12:08 ET (16:08 GMT)