Più acquisto di obbligazioni della BCE è una questione di tempo come palloncini di debito -La banca centrale dovrà assorbire le obbligazioni per mantenere bassi i rendimentiL’Italia è al centro delle preoccupazioni per la sostenibilità del debito

Di e bloomberg.com 1.5.20

Sta diventando sempre più una questione di quando, non se, la Banca centrale europeaaumenterà il suo programma di acquisto di obbligazioni di emergenza per aiutare le economie più vulnerabili dell’area dell’euro ad evitare una recessione più profonda.

Con i paesi che si affidano a prestiti per finanziare la loro risposta alla pandemia di coronavirus, la BCE probabilmente prenderà più di quella offerta di obbligazioni, mentre gli investitori privati ​​si allontanano dall’assumersi il rischio. La crisi spingerà i governi a emettere ulteriori 850 miliardi di euro ( $ 935 miliardi ) quest’anno, secondo gli analisti di ABN Amro.

Non si prevede che la banca centrale comprerà tutto il debito aggiuntivo, ma il suo ruolo deve essere abbastanza grande da mantenere bassi i costi del prestito e garantire che lo shock economico non si trasformi in una crisi del debito come quella che ha quasi strappato l’unione monetaria a parte meno di un decennio fa.

Il programma di acquisto di obbligazioni pandemiche da 750 miliardi di euro è emerso come lo strumento preferito dalla BCE per combattere la peggiore crisi economica postbellica in Europa . La maggior parte degli economisti intervistati da Bloomberg prima dell’incontro politico di questa settimana prevede che i banchieri centrali aggiungeranno 500 miliardi di euro entro la fine dell’anno.

“Al momento non sono all’altezza in termini di raccolta di approvvigionamento aggiuntivo”, ha dichiarato James Athey, direttore degli investimenti presso Aberdeen Standard.

Il Consiglio direttivo di giovedì ha mantenuto invariata la dimensione del programma, scegliendo invece di utilizzare altri strumenti per aumentare i prestiti bancari. Ma la presidente Christine Lagarde ha affermato che può aumentare ed estendersi oltre il 2020.

La domanda su quando ruota attorno al possibile trigger.

Mentre è probabile che gli investitori privati si allineino per il debito più sicuro, come quello tedesco, possono richiedere tassi di interesse sempre più elevati da nazioni più deboli come l’Italia e la Spagna, che sono anche le più colpite dal virus.

Quel cosiddetto premio per il rischio attraverserebbe altri tassi di interesse per prestiti alle imprese e ai consumatori, approfondendo la recessione. Nel peggiore dei casi, potrebbe rendere inaccettabili i rimborsi del governo.

Per saperne di più: è abbastanza? Monitoraggio delle misure di stimolo delle principali economie

Sebbene il ruolo principale della BCE sia quello di garantire la stabilità dei prezzi, essa considera la salvaguardia della stabilità monetaria – volatilità del mercato ingiustificata e investitori che fuggono in beni rifugio – complementare a questo.

Entra nel programma di acquisto di emergenza Pandemic. È stato progettato su misura per raggiungere questo obiettivo perché non ha la maggior parte delle restrizioni che frenano i programmi più vecchi.

Consente alla banca centrale di inclinare gli acquisti di obbligazioni verso l’Italia fortemente indebitata. I rendimenti obbligazionari sono diminuiti da quando il programma è iniziato a marzo, nel segno che la BCE sta facendo proprio questo, e una vendita di obbligazioni è passata con successo il mese scorso. Tuttavia, il rating del credito della nazione è stato inaspettatamente declassato da Fitch.

Giovedì Lagarde ha definito il PEPP lo “strumento migliore che abbiamo nella nostra cassetta degli attrezzi”. L’economista capo Philip Lane, che scrive le proposte politiche per il Consiglio direttivo, ha fatto eco a quel sentimento il giorno successivo.

Ha dichiarato in un blog che la BCE mira a ridurre il costo del debito più sicuro in tutte le scadenze e ha affermato che la corretta attuazione del programma di emergenza è “critica”.

“La dimensione complessiva del programma di acquisto di emergenza pandemica è un fattore chiave nel determinare la curva dei rendimenti priva di rischio, mentre la flessibilità incorporata nella progettazione del PEPP consente alla BCE di svolgere il suo ruolo di stabilizzazione del mercato e di attuare la sua politica monetaria in modo efficiente maniera.”

-Philip Lane, blog della BCE, 1 maggio

“Per me è solo una questione di tempo perché il supporto sarà necessario più a lungo”, ha affermato Frederik Ducrozet, stratega di Pictet Asset Management. “Alla fine dovranno raddoppiare il ritmo. Entro giugno prenderanno la decisione di estendere il PEPP al prossimo anno. “

Lane ha anche seguito Lagarde esortando i governi a elaborare un approccio comune nell’area dell’euro che distribuisca i costi in tutto il blocco. Finora sembra un tratto: alla Commissione europea è stato chiesto di presentare una proposta entro il 6 maggio, ma i leader sono ancora divisi sul fatto che gli aiuti debbano assumere la forma di sovvenzioni o prestiti.

Cosa dicono gli economisti di Bloomberg …

“Il forte deterioramento delle prospettive economiche e fiscali significa che prevediamo ancora che il programma dovrà essere ampliato, una mossa che probabilmente avverrà a giugno”.

-Maeva cugina. Leggi il suo REACT della BCE

Le proposte di obbligazioni emesse congiuntamente, che la BCE considera un’opzione più economica del debito nazionale perché sarebbe un bene sicuro, si oppongono a paesi come Germania, Paesi Bassi e Austria che temono di finire per pagare gran parte del conto .

Lo scenario peggiore della BCE vede l’economia ridursi fino al 12% quest’anno e non tornare alle dimensioni pre-virus fino alla fine del 2022. Ciò suggerisce una ripresa lunga e costosa.

“Lo shock economico e le relative esigenze di finanziamento saranno probabilmente molto più grandi di quanto previsto dalla BCE”, hanno scritto in una nota gli economisti di Bank of America, che prevedono che il piano obbligazionario verrà esteso a 1,5 trilioni di euro e prolungato nel 2021. “La risposta del governo europeo rimane carente e inappropriata”.

– Con l’assistenza di James Hirai e Zoe Schneeweiss