Ventrella fa Compagnia a Profumo

Lospiffero.com 4.5.20

L’ex ministro montiano riconfermato per un secondo mandato alla guida della fondazione San Paolo. La vicepresidenza alla rappresentante dei “piccoli” della Camera di Commercio. Cooptata la professoressa Siliquini, ex presidente del Consiglio superiore di Sanità

Consuetudini rispettate. Con la nomina a presidente di Francesco Profumo, espressione, almeno formalmente, del Comune di Torino, il sistema camerale subalpino ottiene la vicepresidenza della Compagnia di San Paolo con Rosanna Ventrella, indicata dalla Camera di Commercio di Torino in rappresentanza dei cosiddetti piccoli, le organizzazioni delle piccole imprese del commercio e dell’agricoltura che avevano vinto lo scorso anno il braccio di ferro con l’Unione industriale, imponendo l’avvicendamento tra Vincenzo Ilotte e Dario Gallina. Ilotte è stato ripescato, tuttavia, dal sistema confindustriale come secondo nome indicato da via Carlo Alberto per il Consiglio generale. Nel Comitato di Gestione, l’esecutivo della fondazione bancaria, entrano anche Alessandro Barberis, espressione di Unioncamere Piemonte, il commissario dell’Asl di Torino Carlo Picco (Regione Piemonte) e l’imprenditrice edile Nicoletta Viziano, cooptata in Consiglio generale e subito designata nel board, figlia dell’imprenditore edile molto vicino al sindaco di Genova Marco Bucci. Restano fuori, invece, le due femme terrible dello scorso mandato, Licia Mattioli, che aveva ricoperto l’incarico di vicepresidente, e Anna Maria Poggi. Non entrano neanche Alessandro Committo, uomo di fiducia di Profumo, e Roberto Timossi.

Faranno parte del Consiglio generale il già citato Ilotte, Valeria Cappellato (Comune di Torino), Remo Pertica (Istituto italiano di tecnologia), Penelope Lewis (European foundation centre), Angelo Mantellini (Camera di commercio di Genova), Ernesto Lavatelli(Comune di Genova), Michela Di Macco (Fai), Enrico Filippi (Accademia delle Scienze), Paola Bonfante(Accademia dei Lincei) Alberto Quadrio Curzio (Camera di commercio di Milano). Cooptata nel parlamentino di corso Vittorio la professoressa Roberta Siliquini, medico, docente di Igiene e già presidente del Consiglio superiore della Sanità. Assieme a lei anche l’economista Elena Casolari, presidente di Fondazione Opes-Lcef, esponente delle Ong.