N26 e Revolut: a caccia con nuova polvere

Finews.ch 5.4.20

Revolut e N26 nuotano in denaro grazie a nuove iniezioni finanziarie. Ora diventa più chiaro cosa hanno in mente le due neo-banche, anch’esse attive in Svizzera.
null

Vale già miliardi e lo è ancora di più: i due unicorni delle banche digitali, la Revolut britannica e la N26 tedesca, hanno recentemente completato round di finanziamento in centinaia di milioni.

Revolut ha ricevuto $ 500 milioni , come riportato da finews.ch a  metà febbraio. N26, a sua volta, ha raccolto $ 100 milioni, secondo un comunicato stampa che la società ha inviato (oggi) martedì.

Revolut con licenza bancaria

Almeno con Revolut è chiaro dove vanno i soldi. Da un lato, secondo la rivista fintech «Finextra» , lo scorso lunedì la banca digitale ha  annunciato di aver aperto ufficialmente una banca in Lituania. Con la licenza bancaria europea, la società inizierà presto a prestare, offrire carte di credito e conti di risparmio ed espandere l’attività da Vilnius ad altri paesi dell’Europa centrale e orientale quest’anno.

Ancora di più: il CEO di Revolut  Nikolay Storonsky ha dichiarato al British Financial Times (l’articolo è pagabile) che la sua banca ha una reale possibilità di beneficiare della crisi della corona. Ciò nonostante il fatto che la società abbia subito un calo significativo delle entrate poiché vLockdown ha portato a un calo delle transazioni con carta ovunque.

“Siamo ricchi”

Proprio perché Revolut è iniziato come una carta per i viaggiatori, la società sta ora cercando la via del ritorno alle sue radici. Secondo Storonsky, la banca digitale sta ora prendendo di mira accordi con i cosiddetti “aggregatori di viaggi”, in altre parole società come Booking.com o Kayak, dove i clienti possono prenotare viaggi direttamente dai voli agli alloggi alle auto a noleggio.

Storonsky va ancora oltre: “Molti aggregatori di viaggi sono in difficoltà in questo momento – probabilmente potremmo comprarne uno e vendere biglietti aerei al costo ed essere dal 10 al 15 percento più economici di tutti gli altri.” Ha aggiunto: “Questo non è solo il bel tempo – abbiamo appena completato un round di finanziamento, siamo ricchi di denaro”.

N26 spinge l’espansione negli Stati Uniti

Con ulteriori $ 100 milioni in finanziamenti, N26 vuole guidare lo sviluppo del prodotto e espandere ulteriormente la crescita nei mercati core. Il denaro aiuta a “soddisfare la domanda dei clienti globale in crescita e prevista per i conti bancari mobili”.

La banca digitale continuerà a investire nell’espansione dei suoi 24 mercati europei e negli Stati Uniti nei prossimi mesi e ha anche richiesto una licenza fintech in Brasile.

Entrambe le società vedranno presto se le acquisizioni da parte dell’indebolimento della concorrenza fanno parte dell’espansione dei mercati. Allo stesso modo, se le banche più piccole saranno prese di mira dagli sfidanti della tecnologia.