HSBC ha perso circa $ 200 milioni in un giorno a causa delle turbolenze del mercato dell’oro

Di e Bloomberg.com 13.5.20

  • La perdita è avvenuta alla fine di marzo quando i mercati di New York e Londra sono divergenti
  • La banca è uno dei principali commercianti di metalli preziosi

HSBC Holdings Plc ha perso circa $ 200 milioni in un giorno a marzo a causa di interruzioni del mercato dell’oro che hanno causato una drastica divergenza dei prezzi nei principali centri di negoziazione, secondo un deposito della banca.

La perdita di un giorno è stata insolitamente grande per un mercato in cui le principali banche – tra cui HSBC e JPMorgan Chase & Co. – sperano ingenere di guadagnare circa $ 200 milioni in un anno intero. Ha superato di gran lunga la perdita massima prevista dai modelli di valore a rischio di HSBC.

La perdita di HSBC evidenzia l’estrema natura della perturbazione del mercato dell’oro alla fine di marzo, poiché i blocchi hanno chiuso le raffinerie e gli aerei a terra, soffocando le rotte di approvvigionamento che consentono al lingotto fisico di muoversi in tutto il mondo.

Il prezzo dei futures sull’oro a New York e quello dell’oro a Londra, che di solito vengono scambiati a pochi dollari l’oncia l’uno dall’altro, sono divergenti fino a $ 70 – il massimo in quattro decenni. La divergenza ha colpito le banche attive nel trading del cosiddetto EFP, o Exchange for Physical, il meccanismo attraverso il quale gli operatori scambiano posizioni tra i mercati di New York e Londra.

HSBC, che aveva rivelato in un precedente deposito che era stato colpito dalla rottura del mercato dell’oro, questa settimana ha rivelato l’entità della perdita in un grafico che mostrava i suoi profitti commerciali giornalieri per il primo trimestre.

La banca ha descritto la perdita come una “perdita mark-to-market principalmente associata alle sfide della raffinazione e del trasporto dell’oro”. Ha messo in evidenza “l’ampliamento senza precedenti della base di scambio per la fisica dell’oro”, che “ha influenzato l’attività di leasing e finanziamento dell’oro di HSBC e altre attività di copertura dell’oro che hanno portato a perdite da mark to market”.

HSBC ha rifiutato di commentare.

La scorsa settimana, la differenza di prezzo tra i mercati di New York e Londra è tornata a livelli più normali di meno di $ 5 l’oncia.

Tuttavia, HSBC non è l’unico alle prese con le mosse insolite nel mercato dell’oro. Le banche vendono spesso futures sull’oro a New York per coprire le loro posizioni sul mercato di Londra, esponendole a perdite significative in caso di divergenza dei due mercati.

Di conseguenza, alcune banche hanno abbandonato le negoziazioni dell’EFP nelle ultime settimane. E la Bank of Nova Scotia canadese, per anni uno dei principali commercianti di lingotti con un’attività risalente al 17 ° secolo, ha detto al personale ad aprile che stava chiudendo la sua unità di metalli preziosi.