Monaco: il Principe Alberto II sceglie un nuovo capo del governoIl prefetto di Paca assumerà il governo del Principato.

Nicolas Barré lesechos.fr14.5.20

Un prefetto succederà a un altro prefetto. Dopo diversi mesi di incertezza e voci sull’arrivo di un nuovo capo di governo a Monaco, il Principe Alberto II ha deciso: secondo le nostre informazioni, dovrebbe annunciare la prossima settimana la nomina di Pierre Dartout, prefetto della regione Paca, alla carica di Ministro di Stato, l’equivalente del Primo Ministro, in sostituzione di Serge Telle che ricopre questo incarico dal 2016. Questa scelta pone fine a una suspense che mantiene il Rock in sospeso, i contendenti sono numerosi. Il principe Alberto mantiene quindi l’usanza che il posto sia affidato a un francese, anche se da un trattato di cooperazione e amicizia con la Francia nel 2005, il capo del governo può essere sia francese che monegasco. Su una popolazione di 38.000 abitanti, Monaco ha 9. 000 cittadini monegaschi e 10.600 francesi. Monaco è un polmone economico della regione: ogni giorno quasi 40.000 impiegati francesi vi lavorano e si stima che oltre un quarto dell’attività dell’aeroporto di Nizza, il terzo in Francia, sia direttamente collegato al Principato.

Costituzione

Secondo le istituzioni monegasche, il Ministro di Stato è scelto dal Principe da un elenco di numerosi alti funzionari presentati dalla Francia. Altre personalità erano state contattate per l’incarico, tra cui Jean-Pierre Jouyet, ex ministro, ex ambasciatore francese a Londra e attuale rappresentante della Francia presso l’OCSE.

Il prefetto Dartout dovrebbe entrare in carica solo all’inizio di settembre, quando l’Eliseo avrebbe voluto rimanere a capo della prefettura della regione di Paca e delle Bocche del Rodano durante il periodo critico di deconfinamento. Pierre Dartout è laureato all’IEP di Parigi ed ex studente dell’ENA (promozione Voltaire). Era prefetto di diverse regioni (Aquitania e Champagne-Ardenne) e dipartimenti (Guyana, Gironda, Pirenei Atlantici, Pirenei orientali, Marna e Val-de-Marne). È stato anche direttore del gabinetto del presidente dell’Assemblea nazionale Bernard Accoyer (2007-2008) e delegato interministeriale per la pianificazione e la competitività regionali (2008-2009)

Il posto di Ministro di Stato fu creato quando fu adottata la Costituzione del 1911. Come Capo del Governo, dirige l’azione del governo e le relazioni estere sotto la supervisione del Principe e in accordo con lui.