Gli azionisti di JPMorgan riducono i tentativi di rimuovere i direttori

Di 19 maggio 2020, 18:45 CEST Bloomberg.com

  • Gli azionisti approvano in modo schiacciante tutti gli amministratori nominati
  • La proposta sui cambiamenti climatici non è strettamente approvata

Gli azionisti di JPMorgan Chase & Co. hannoeletto tutti e 10 i consiglieri nominati nel consiglio anche dopo che diverse pensioni di grandi dimensioni li hanno spinti a trattenere i voti dei membri tra cui Lee Raymond, ex capo della Exxon Mobil Corp.

Nessun amministratore ha ricevuto meno dell’84,6% dei voti espressi, secondo un conteggio preliminare martedì all’assemblea annuale degli azionisti di JPMorgan, che si è tenuto praticamente a causa delle misure di blocco imposte per arginare la diffusione del coronavirus

I fondi pensione tra cui il sistema pensionistico dei dipendenti pubblici della California e i funzionari che sovrintendono alle pensioni a New York City e nello stato di New York si sono uniti a una spinta guidata da attivisti ambientalisti per rimuovere Raymond, il direttore più longevo della banca, in mezzo alle critiche sul suo curriculum sui cambiamenti climatici . La banca ha in programma di nominare un sostituto di Raymond, 81 anni, come direttore indipendente principale prima della fine dell’estate.

Gli azionisti hanno inoltre appoggiato una delibera per l’aggiunta nel consiglio di amministrazione di Ginni Rometty, presidente esecutivo di International Business Machines Corp. Rometty è la prima aggiunta da quando Mellody Hobson si è unito nel 2018 e una delle tre donne nel consiglio di amministrazione di 10 persone.

Una risoluzione degli azionisti in cui si richiede che l’impresa emetta un rapporto che illustri come intende ridurre le emissioni di gas a effetto serra associate alla sua attività di prestito ha ricevuto supporto dal 49,6% degli azionisti, mancando solo una soglia di maggioranza, secondo il conteggio preliminare. Il consiglio ha raccomandato di votare contro la proposta, affermando che JPMorgan ha già aumentato le informazioni relative al clima.

Il formato virtuale dell’incontro di martedì ha dato all’amministratore delegato Jamie Dimon un po ‘di spazio dagli attivisti ambientali e sociali che in precedenza era stato accusato di aver dirottato l’evento, che secondo lui è diventato una ” farsa “.

In passato, tali gruppi hanno utilizzato la riunione annuale degli azionisti come un’opportunità per protestare contro i prestiti della banca a società produttrici di combustibili fossili e la loro percezione della sua posizione in materia di diritti umani. In genere si riuniscono fuori dall’edificio in cui si svolge l’incontro e quindi usano la parte di domande e risposte dell’evento per cercare di convincere Dimon e la banca a unirsi alle loro lotte contro i cambiamenti climatici, gli abusi dei diritti umani e le prigioni private.

La società ha ancora preso una serie di domande dagli azionisti martedì, ma sono state messe in campo da dirigenti tra cui Jason Scott, capo delle relazioni con gli investitori, che ha impedito ai partecipanti di chiedere immediatamente follow-up.

Maggiori informazioni sugli attivisti che seguono Jamie Dimon in giro

Dimon ha anche discusso del modo in cui la banca supporta clienti e dipendenti e protegge il proprio bilancio in mezzo alla pandemia. Ha detto che spera che i responsabili politici usino la crisi di Covid-19 come catalizzatore per costruire un’economia più inclusiva mentre la pandemia espone forti disuguaglianze tra gli americani, ribadendo i commenti rilasciati martedì scorso in una nota ai dipendenti.

“Questa crisi deve servire come un campanello d’allarme e un invito all’azione per le imprese e il governo di pensare, agire e investire per il bene comune e affrontare gli ostacoli strutturali che hanno inibito la crescita economica inclusiva per anni”, ha scritto Dimon nella nota .

Leggi di più sui commenti di Dimon sulla disuguaglianza

Ha inoltre ribadito l’impegno a non richiedere aiuti governativi e ha ribadito che intende rimanere CEO. Dimon è stato sottoposto a un intervento chirurgico al cuore di emergenza a marzo dopo essere stato diagnosticato una dissezione aortica acuta, e tornò al lavoro quattro settimane dopo. Consegnò temporaneamente il controllo ai copresidenti Daniel Pinto e Gordon Smith proprio quando la pandemia di coronavirus iniziò a scuotere il sistema finanziario globale.

“Ora sono in ottima salute e sono molto felice di tornare al lavoro”, ha detto Dimon martedì.