La condanna di AXA evidenzia il rischio legale per gli assicuratoriGli assicuratori potrebbero dover prendere provvedimenti per essere in grado di affrontare i contenziosi assicurativi a copertura delle compagnie contro un calo di attività. Ciò potrebbe pesare sui loro risultati finanziari, avverte l’agenzia di rating Moody’s.

Di Solenn Poullennec lesechos.fr 24.5.20

Le minacce legate alla crisi di Covid-19 stanno aumentando per gli assicuratori. Penalizzati dal rallentamento economico e in prima linea per compensare determinati crediti, come la cancellazione di eventi , affrontano anche il rischio di essere costretti dai tribunali a risarcire alcune compagnie assicurate da un calo delle attività.

La convinzione di AXA ne è la prova. Venerdì, il tribunale commerciale di Parigi ha ordinato a AXA di pagare 50.000 euro a un imprenditore parigino i cui ristoranti sono stati chiusi dall’inizio del parto. I giudici hanno ritenuto che il contratto assicurativo del ristoratore, che lo copriva contro un calo del fatturato in caso di chiusura amministrativa, dovrebbe applicarsi nelle circostanze attuali.

“Il processo sommario contro AXA France illustra il rischio legale che grava su tutti gli assicuratori francesi ed europei” , ha reagito Benjamin Serra, analista dell’agenzia di rating Moody’s. Pur sottolineando che si tratta di un “contratto specifico firmato da alcune centinaia di professionisti” , AXA ha fatto appello e il dibattito è lungi dall’essere definitivamente risolto. Tuttavia, la decisione dovrebbe rafforzare la vigilanza della professione su queste garanzie di perdite operative “senza danni”.

Un possibile impatto sul risultato degli assicuratori

Dall’inizio della crisi, gli assicuratori hanno insistito sul fatto che la maggior parte delle assicurazioni per l’ interruzione dell’attività non funziona durante una pandemia . Le iniziative politiche, in particolare negli Stati Uniti, hanno sollevato il timore che i legislatori intervenissero per svolgere questi contratti comunque, ma questo scenario non è ancora stato realizzato. In Francia, il governo sta studiando con gli assicuratori la possibilità di un sistema per coprire le imprese in futuro, ma non prevede di modificare i contratti in modo retroattivo.

La decisione di venerdì mostra che i rischi non sono stati esclusi. “L’autorità di vigilanza prudenziale e la risoluzione (ACPR), l’autorità di vigilanza francese del settore assicurativo, potrebbero chiedere ad alcuni assicuratori di istituire disposizioni aggiuntive per far fronte a questo rischio legale, che avrebbe un impatto sui risultati degli assicuratori anno “, osserva Benjamin Serra.

Il supervisore assicurativo indaga

L’ACPR non ha atteso che la condanna di AXA fosse decisa. Ai primi di maggio, ha annunciato il lancio di unsulle garanzie per perdite operative. Obiettivo: comprendere meglio queste coperture e l’esposizione degli assicuratori.

Fino ad allora, AXA è rimasta cauta sull’entità dei rischi legati alle perdite operative. All’inizio di maggio, il gruppo ha avvertito che il contenimento potrebbe avere un impatto “significativo” sui reclami da coprire. L’assicuratore, tuttavia, ha dichiarato che le notifiche di tali richieste erano “limitate ad oggi”e che era “ancora troppo presto per stimare il livello delle richieste potenziali”.

Solenn Poullennec