Santander lancia prestiti prestati per 60.000 milioni in Spagna

27 MAGGIO 2020 – expansion.com

Santander sta promuovendo il credito al consumo, uno dei settori di attività più colpiti negli ultimi mesi dalle restrizioni alla mobilità e dallo shock economico causato dal coronavirus.

L’entità ha lanciato una campagna di prestiti pre-concessi per oltre 60.000 milioni di euro in Spagna. Il programma, rivolto a due milioni di clienti privati , entrerà in vigore nei mesi di maggio e giugno. Il volume del piano supera l’importo di 20.000 milioni che hanno raggiunto, in media, le ultime campagne di pre-concessione lanciate da Santander in Spagna.

Le richieste di prestiti al consumo da parte dei clienti di Santander Spagna sono diminuite del 70% nelle prime settimane di aprile rispetto ai livelli di attività prima dello scoppio della pandemia. La Spagna, insieme all’Italia, è il mercato europeo del gruppo in cui questo finanziamento ha sofferto di più.

Il credito al consumo, una delle attività più redditizie per le banche e che era cresciuto a tassi a due cifre, è anche uno dei segmenti più sensibili all’incertezza economica e con la più alta probabilità di insolvenza.

In questo senso, i prestiti prestati sono un modo per cercare di sostenere i margini con un rischio più limitato, dal momento che sono le stesse entità che li offrono ai clienti collegati con una buona cronologia dei pagamenti. 

Santander ha attualmente un portafoglio prestiti totale in Spagna di 192,5 miliardi di euro, il 4,4% in meno rispetto a un anno fa. Di questo investimento, il 9% (16.900 milioni) sono prestiti al consumo per privati. Questo portafoglio è aumentato di quasi il 7% nell’ultimo anno ed è stabile rispetto alla fine del 2019.

Nel settore, la delinquenza nel credito al consumo, un portafoglio su cui le autorità di vigilanza hanno aumentato la vigilanza, è attualmente del 5% circa.

Il 7,5% delle famiglie ha un mutuo e un prestito al consumo. Questo è il primo che smettono di pagare in caso di difficoltà economiche, secondo la Banca di Spagna. Dopo un anno, il default viene esteso alle entrate delle forniture di base e quindi al mutuo.

Date le difficoltà di pagamento che molti clienti hanno già iniziato a soffrire, il governo e le banche hanno articolato moratorie, che includono anche prestiti al consumo. In Spagna, 46.000 clienti Santander hanno finora richiesto un differimento dei pagamenti dei consumatori. Costituiscono il 9% del portafoglio.