UBS, CS: Court ammette la causa di Blackrock & Co.

Finews.ch 29.5.20

UBS e Credit Suisse, insieme ad altre grandi banche, hanno subito sconfitte davanti a un tribunale americano. La causa legale che circonda lo scandalo sulla manipolazione della valuta potrebbe continuare.

Tra il 2003 e il 2013, si dice che gli operatori di varie grandi banche si siano coordinati per manipolare i tassi di cambio. In particolare, erano rivenditori di UBS Credit Suisse (CS), Bank of America, Barclays, BNP Paribas, Citigroup, Deutsche Bank, Goldman Sachs, HSBC, JPMorgan Chase, Morgan Stanley, Royal Bank of Canada, Royal Bank of Scotland, Société Générale e Standard Chartered sono stati coinvolti nella manipolazione della valuta

Secondo un rapporto dell’agenzia di stampa svizzera «AWP» , ieri un giudice americano ha emesso una sentenza ieri (giovedì) secondo cui è consentita una causa legale di circa 1.300 vittime, tra cui investitori istituzionali come il più grande gestore patrimoniale del mondo e Blackrock la casa di fondi americana Pimco. Tuttavia, il giudice, il giudice  Lorna Schofield , ha limitato l’azione in alcune parti e non ha ammesso alcuni querelanti.

Causa costosa

Questa causa è simile a quella del 2018, conclusasi con un accordo di $ 2,3 miliardi con la maggior parte delle banche citate. I suddetti denuncianti sono usciti per ottenere più soldi in un confronto separato.

Nel forex scandalo i concessionari delle banche di cui sopra per la notorietà è venuto perché hanno discusso le loro intenzioni in chat e gruppi WhatsApp a cui dato voce i nomi come “The Cartel” “la mafia” o “il club dei banditi dato come riportato da finews.ch nel 2014. Era usato per comunicare in parte come un agente con codici e segni segreti che l’ex commerciante UBS Matt Gardiner decifrò per la giuria di un tribunale di New York.