Il WEF si restringe a causa della corona

Finews.ch 4.6.20

Sotto l’impatto della pandemia di corona e della crisi economica globale, il World Economic Forum sta facendo un nuovo inizio e si sta riducendo in modo sano. L’innovazione non rende tutti felici.

L’élite politica ed economica si incontrerà di nuovo nel 2021 al World Economic Forum (WEF) di Davos, ma su scala minore. Invece di un massimo di 3.000 partecipanti come in precedenza, “solo” da 1.500 a 2.000 rappresentanti di governi e grandi aziende si riuniscono nel resort per la salute dei Grigioni a gennaio, come riferito da “Tages-Anzeiger”.

La seconda squadra, d’altra parte, si incontrerà in 420 hub in tutto il mondo e sarà collegata al WEF di Davos. Con questo, il fondatore Klaus Schwab spera di dare un nuovo inizio al forum e di allontanare il vento dalla critica.

Prima Corona, ora un mini-WEF

La nuova forma del forum fa battere forte i denti negli hotel e nei ristoranti di Davos. Scossi dal blocco della corona, ora vedono minacciata la loro principale fonte di reddito.

Un numero minore di partecipanti può certamente portare a prezzi più bassi – come è noto, durante la settimana del WEF sono state chieste e pagate ingenti somme per l’industria alberghiera. Ciò ha aiutato la stazione sciistica a generare entrate che hanno colmato il gennaio tradizionalmente più debole.