L’UE intensifica la lotta contro i truffatori finanziari nella crisi della coronaRiciclaggio di denaro, frode e corruzione: l’UE prevede che la pandemia della corona aumenti il crimine finanziario. Una nuova forza è sostenere i paesi nella lotta.

Spiegel.de 5.6.20

L’UE si aspetta che il crimine finanziario aumenti nella crisi della corona – e ora ha commissionato un nuovo gruppo di investigatori per combatterlo. Il Centro europeo per la lotta ai reati finanziari ed economici (EFECC) mira ad aiutare gli Stati membri ad affrontare i crimini come il riciclaggio di denaro, la frode e la corruzione sulla scia dell’attuale recessione economica. Il gruppo di inizialmente 65 esperti lavora sotto l’egida dell’autorità di polizia dell’UE Europol e dovrebbe raccogliere informazioni in particolare.

“L’impatto della pandemia di Covid 19 ha indebolito la nostra economia e creato nuove vulnerabilità che possono sfociare in un crimine”, ha affermato Catherine De Bolle, capo di Europol. Le crisi economiche in genere hanno portato ad un aumento dei crimini come il riciclaggio di denaro o la corruzione, che i nuovi investigatori ora avrebbero usato per combatterli.

Secondo Europol, l’attenzione si concentra in particolare sul settore delle costruzioni, del settore dell’ospitalità e del turismo, perché molte aziende stanno lottando per sopravvivere lì. I criminali hanno usato questo per attingere ai pagamenti di aiuti pubblici. Esistono anche casi di frode nel campo delle apparecchiature mediche.

La nuova forza dovrebbe contribuire al fatto che i profitti degli operatori criminali saranno più redditizi in futuro. Finora, l’autorità ha stimato che il tasso di successo in Europa sia solo dell’1%.