Finanza: nessuno conosce piani di Del Vecchio e Milleri (Mi.Fi.)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

In epoca pre-Covid19 li si poteva sovente incontrare, verso le 9, da Marchesi, in corso Magenta a Milano: tavolino defilato nella saletta interna, dialoghi fitti, qualche saluto agli altri commensali e poi via in ufficio, di fronte alla stazione ferroviaria di Cadorna. 

Leonardo Del Vecchio, da quando ha incrociato la strada di Francesco Milleri – in passato dirimpettaio di pianerottolo dell’attuale, terza moglie di mister Luxottica, Nicoletta Zampillo – ne ha fatto il suo delfino, al punto da promuoverlo poi amministratore delegato delle attività nazionali del colosso mondiale dell’occhialeria italo-francese e averlo proposto, senza riuscirci, quale capo globale dell’azienda basata a Parigi.Milleri, manager del settore software e Sap, – la sua Abstract fattura una trentina di milioni, circa venti dei quali garantiti dal cliente Luxottica, a cui aggiunge il business termale di Acqua Mundi – è divenuto, di fatto, il settimo figlio del Paperone italiano (il patrimonio di Del Vecchio è superiore ai 20 miliardi). 

Perché se, come noto, i rapporti tra Leonardo e il primogenito Claudio Del Vecchio, dopo l’esperienza di quest’ultimo nel gruppo, negli States, non sono stati idilliaci e nessun altro degli eredi, ossia le altre due figlie di primo letto Marisa e Paola e i più piccoli Luca e Clemente (nati dalla relazione dell’ex Martinitt con l’ex investor relator della società, Sabrina Grassi) è impegnato in azienda, solo Leonardo Maria, il quartogenito nato dalla prima relazione sentimentale con la Zampillo, ha un ruolo nella galassia industriale, rivestendo l’incarico di ad della catena Salmoiraghi&Viganò. Mentre chi, dal 2013, ha un incarico in azienda è Rocco Basilico (figlio della stessa Zampillo e del finanziere e banchiere Paolo Basilico), general manager della controllata americana Oliver Peoples. 

fch 

(END) Dow Jones Newswires

June 08, 2020 02:20 ET (06:20 GMT)