I Benetton riducono la loro presenza sulla scheda Cellnex di un terzo

IGNACIO DEL CASTILLO@naciocastilloMadrid expansion.com 12.6.20

Edizione Holding, il veicolo commerciale della famiglia Benetton, perde uno dei tre membri che detiene a bordo del gigante spagnolo delle infrastrutture, che dovrebbe essere occupato da un rappresentante del GIC, il fondo sovrano di Singapore.

Elisabetta de Bernardi, direttrice proprietaria di Cellnex, in rappresentanza di Edizione Holding, il veicolo aziendale della famiglia italiana Benetton, si è dimessa dal consiglio di amministrazione della società di infrastrutture spagnola. Le dimissioni sono una conseguenza del patto con cui Edizione Holding, insieme ai fondi sovrani di Abu Dhabi (ADIA) e Singapore (GIC), hanno deciso di sciogliere Connect, la joint venture con la quale controllavano il 29,9% del capitale di Cellnex. .

L’accordo di scioglimento, reso pubblico il 22 maggio, prevede che scompaia Connect e che i suoi azionisti emergano direttamente le loro partecipazioni nel capitale della società spagnola. Pertanto, Edizione Holding deterrà il 16,45% diretto del capitale di Cellnex, mentre ADIA e GIC avranno il 6,7% ciascuno. Per trasferire questo nuovo schema azionario al consiglio di amministrazione di Cellnex, dove Connect aveva quattro direttori (tre di Edizione e uno di ADIA), i Benettons si sono impegnati a trasferire uno dei loro tre seggi nel consiglio di amministrazione a favore di GIC. In questo modo, la famiglia Benetton avrà due membri, il fondo sovrano di Abu Dhabi ne avrà un altro e il fondo sovrano di Singapore avrà il quarto, che non ha ancora nominato. 

D’altra parte, la società di infrastrutture spagnola ha annunciato che l’Assemblea generale degli azionisti si terrà il 21 luglio. Sebbene a quel punto la Spagna non sarà più in uno stato di allarme, la società consiglierà ai suoi azionisti di non partecipare all’assemblea e di seguirla elettronicamente.