L’ex capo di Wirecard Braun viene rilasciato su cauzione di milioni – Il pubblico ministero di Monaco ha fatto arrestare l’ex capo della Wirecard Braun lunedì sera. Ora paga un deposito in milioni.

Spiegel.de 23.6.20

L’ex capo del fornitore di servizi finanziari Wirecard, Markus Braun, è rilasciato dalla custodia su cauzione. Il tribunale distrettuale di Monaco ha deciso questo martedì, come annunciato il procuratore. Braun è tenuto a versare un deposito di cinque milioni di euro e denunciare ogni settimana alla polizia. Era stato arrestato la sera prima.

Le forze dell’ordine accusano Braun del messaggio  di aver gonfiato il totale delle attività e del volume delle vendite di  Wirecard“attraverso il falso reddito delle imprese” al fine di rendere l’azienda finanziariamente più solida e più attraente per investitori e clienti.

“Molto probabilmente” 1,9 miliardi non esistono

Gli investigatori si concentrano su presunti saldi bancari su conti fiduciari con due banche filippine per un importo di oltre 1,9 miliardi di euro . Poiché i revisori non sono riusciti a trovare alcuna prova dell’esistenza del denaro, il bilancio annuale di Wirecard non è stato verificato.

Successivamente , il prezzo delle azioni dell’azienda è crollato , l’agenzia di rating Moody’s ha inizialmente impostato Wirecard a livello di ciarpame e alla fine ha rimosso completamente il rating dalla società.

Lo stesso Braun ha interpretato Wirecard come vittima di una frode , ma si è comunque dimesso alla fine della scorsa settimana . Il suo ex braccio destro, Jan Marsalek, è stato licenziato dal consiglio di sorveglianza, che aveva gestito gli affari quotidiani. Nella notte di domenica, Wirecard ha dovuto ammettere che i saldi bancari “non esistevano” con un’alta probabilità