La supervisione finanziaria ha ritardato l’audit di Wirecard – Dall’inizio del 2019, i regolatori finanziari tedeschi sono stati sospettati di manipolare il bilancio del processore di pagamenti ormai insolvente Wirecard. Tuttavia, secondo la FAS, sul caso è stato fissato un solo dipendente.

Faz.net 27.6.20

Dall’inizio del 2019, i regolatori finanziari tedeschi sono stati sospettati di manipolare il bilancio del gruppo scandalistico Wirecard ormai insolvente . Tuttavia, secondo le informazioni della Frankfurter Allgemeine Sonntagszeitung, l’esame approfondito e complesso delle accuse di frode nei confronti del fornitore di servizi di pagamento elencato nell’indice azionario tedesco DAX era stato essenzialmente affidato a un solo dipendente negli ultimi 16 mesi, anche se il caso ha continuato a diffondersi durante questo periodo.

Ad oggi, non è disponibile alcun risultato della revisione speciale da parte dell’autorità di vigilanza finanziaria . Al contrario, le società private di revisione contabile impiegano spesso dozzine di esperti contabili in casi altrettanto complessi nelle grandi aziende. Nel febbraio 2019, l’autorità di vigilanza finanziaria Bafin ha visto l’occasione per la supervisione dei titoli di indagare sulle gravi accuse di frode di bilancio di Wirecard. Tuttavia, secondo la legge applicabile, ha dovuto incaricare l’Ufficio di revisione tedesco (DPR) di questa indagine, si dice.

Tuttavia, l’agenzia di ispezione, nota anche come “polizia dell’equilibrio”, ha solo pochi dipendenti e quindi ha assunto un solo dipendente per l’esame Wirecard. La discutibile divisione dei compiti tra Bafin e il DPR è anche al centro della dura critica della Commissione europea nei confronti della Germania nel caso Wirecard. L’UE sta ora facendo in modo che i regolatori finanziari europei ESMA rivedano le azioni dei regolatori finanziari tedeschi nello scandalo del bilancio.

Bafin e DPR hanno confermato che la revisione speciale della contabilità Wirecard era stata avviata a febbraio 2019, ma non ha fornito ulteriori dettagli. Wirecard ha presentato istanza di fallimento questa settimana dopo che la società ha dovuto ammettere che non è stato possibile trovare gli 1,9 miliardi di dollari in contanti sul bilancio dichiarati nei conti bancari asiatici. Il capo della Bafin Felix Hufeld ha descritto gli eventi come una “vergogna” per la Germania. Il ministro delle finanze federale Olaf Scholz (SPD) ha annunciato una riforma della vigilanza finanziaria tedesca a seguito dello scandalo contabile.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.