La Epstein Lapses di Deutsche Bank ha spinto $ 150 milioni di New York

Di 7 luglio 2020, 15:01 CESTAggiornato il 7 luglio 2020, 16:04 CEST Bloomberg.com

  • Il DFS di New York cita cinque anni di errori di conformità
  • Lax controlla i conti corrispondenti di Danske, FBME

Deutsche Bank AG pagherà all’autorità di regolamentazione bancaria di New York $ 150 milioni per una serie di perdite di conformità, tra cui una mezza decade di supervisione lenta delle transazioni finanziarie del colpevole di reati sessuali Jeffrey Epstein.

Il Dipartimento dei servizi finanziari di New York ha fornito nuovi dettagli martedì dei movimenti di denaro di Epstein negli anni precedenti la sua morte. Stabiliva come Deutsche Bank lo cercasse come cliente dopo la sua condanna per aver sollecitato ragazze minorenni in Florida – e poi lo aiutò a pagare milioni di dollari in insediamenti legali, inviare denaro alle donne nell’Europa orientale e prelevare circa $ 800.000 in contanti per “Viaggio, mance e spese”, secondo il regolatore.

Le vittime di Epstein possono essere incoraggiate dall’azione nei loro sforzi per cercare la responsabilità e il risarcimento dal patrimonio di Epstein. Potrebbero anche essere alla ricerca di nuove informazioni derivanti dall’arresto della scorsa settimana di Ghislaine Maxwell, un collaboratore di lunga data di Epstein che è accusato di reclutare minori che sono stati poi aggrediti sessualmente.

Nel suo ordine di consenso, l’autorità di regolamentazione ha anche castigato la banca per una debole supervisione dei suoi corrispondenti rapporti bancari con FBME Bank Ltd. e Danske Bank A / S, due istituzioni profondamente coinvolte negli scandali del riciclaggio di denaro globale.

“Deutsche Bank non è riuscita a monitorare adeguatamente l’attività dei clienti che la banca stessa riteneva essere ad alto rischio”, ha affermato il sovrintendente DFS Linda Lacewell in una nota scritta. “Nel caso di Jeffrey Epstein, in particolare, nonostante sia a conoscenza della terribile storia criminale del signor Epstein, la banca non è riuscita a individuare o prevenire milioni di dollari di transazioni sospette.”

Deutsche Bank, che ha collaborato con gli investigatori di New York, ha accettato le informazioni contenute nell’ordine di consenso.

“Riconosciamo il nostro errore a bordo di Epstein nel 2013 e le debolezze dei nostri processi e abbiamo imparato dai nostri errori e carenze”, ha dichiarato Daniel Hunter, portavoce della banca. La banca ha speso quasi $ 1 miliardo per migliorare i suoi controlli antiriciclaggio, ha detto.

Secondo l’ordine di consenso, dopo che il responsabile delle relazioni di Epstein presso un’importante banca si è trasferito in Deutsche Bank alla fine del 2012, il manager ha incoraggiato i dirigenti della divisione Americhe della gestione patrimoniale di Deutsche Bank a reclutare Epstein come cliente. Il responsabile delle relazioni ha promesso che Epstein potrebbe generare da $ 100 milioni a $ 300 milioni nel flusso, nonché $ 2 milioni a $ 4 milioni di entrate annuali nel tempo.

Il regolatore non ha identificato la precedente banca di Epstein. Era un cliente di lunga data della banca privata di JPMorgan Chase & Co., che ha interrotto la relazione in quel periodo, dopo la condanna di Epstein in Florida.

Nonostante il rischio reputazionale che Epstein rappresentava già, la leadership della gestione patrimoniale di Deutsche Bank lo ha approvato come cliente. Gli hanno permesso di proteggere la sua identità mantenendo i suoi fondi in una varietà di entità che non portavano il suo nome. 

Poco dopo aver trasferito i suoi fondi in Deutsche Bank, Epstein iniziò a inviare pagamenti di oltre $ 10.000 a persone che erano state identificate nei suoi giornali come suoi co-cospiratori. Molti dei pagamenti provengono da un’entità creata da Epstein, denominata “Butterfly Trust”. 

I soci di Epstein non sono stati identificati nel deposito di New York. Maxwell è stato dichiarato in numerosi resoconti dei media come il principale facilitatore di Epstein.

Maggiori informazioni: Maxwell Case svelerà i segreti che Epstein prese alla sua tomba

Nel tempo, secondo il regolatore di New York, Epstein ha pagato 2,65 milioni di dollari ai suoi co-cospiratori, nonché a varie “donne con cognomi dell’Europa orientale”, apparentemente per le spese alberghiere, le tasse scolastiche e l’affitto. Epstein ha caratterizzato le donne in banca come dipendenti o amiche, secondo DFS.

Epstein ha anche pagato $ 7 milioni in apparenti insediamenti legali e altri $ 6 milioni per pagare le proprie spese legali e quelle dei suoi cospiratori, ha detto l’autorità di regolamentazione.

L’ordine di consenso descrive anche una serie di prelievi da parte dell’avvocato personale di Epstein per un totale di circa $ 800.000 per un periodo di quattro anni. L’avvocato, che non è stato identificato, ha chiesto alla banca quanto avrebbe potuto ritirare senza innescare allarmi di conformità, secondo DFS. L’avvocato ha quindi distribuito quasi 100 prelievi, di $ 7.500 ciascuno, per impedire loro di superare i limiti suggeriti, dicendo alla banca che i fondi sarebbero stati utilizzati dal suo cliente per “viaggi, mance e spese”. 

Il DFS ha anche criticato l’approccio lassista di Deutsche Bank ai suoi corrispondenti rapporti bancari con FBME e Danske Bank, entrambi alla fine ostacolati da scandali di riciclaggio di denaro.

Sebbene FBME con sede a Cipro abbia sollevato bandiere rosse sulla metrica di rating del rischio di Deutsche, la banca ha elaborato 478.379 transazioni denominate in dollari nel corso della sua relazione, pari a $ 618 miliardi. Deutsche Bank ha interrotto la relazione nel 2014, quando la rete di controllo dei crimini finanziari del Ministero del Tesoro americano ha etichettato FBME come “principale preoccupazione per il riciclaggio di denaro”.

FBME è stato infine escluso dal sistema finanziario americano nel 2017 dopo che il Dipartimento del Tesoro lo ha accusato di riciclaggio di denaro per organizzazioni terroristiche e criminali internazionali.

Per quanto riguarda Danske Bank, Deutsche Bank ha stretto una relazione corrispondente con l’ufficio estone del prestatore danese nel 2007. Nei successivi otto anni, la valutazione del rischio della filiale estone è andata di male in peggio.

Sebbene i responsabili della conformità di Deutsche Bank abbiano continuato a mettere in guardia Danske dai suoi crescenti problemi, il prestatore di Francoforte non ha interrotto i legami con Danske fino al 2015. Danske Bank ha successivamente ammesso che circa 230 miliardi di dollari che sono passati attraverso la sua unità estone tra il 2007 e il 2015 erano sospetti; gran parte di ciò si è trasferito attraverso Deutsche Bank.

“I risultati concreti della DFS su Danske Estonia e FBME, come la nostra indagine interna, hanno identificato varie carenze nella nostra supervisione e monitoraggio delle banche che hanno utilizzato i nostri servizi di compensazione”, ha dichiarato Hunter, portavoce della Deutsche Bank. “Non vi è stato alcuno sforzo intenzionale da parte di nessuno all’interno della banca per facilitare attività illecite”.

Per saperne di più: L’unità statunitense della Deutsche Bank ha mantenuto gli Shady Billions Flowing di Danske( Aggiornamenti con il portavoce di Deutsche Bank )