UBS subisce una forte crisi in SvizzeraIl mercato interno è in calo del 40 percento. Senza il pacchetto di salvataggio del contribuente, sembrerebbe ancora più scuro. La banca vede il rischio immobiliare.

Insiderparadeplatz.ch 21.7.20

Come banca più importante del paese, UBS mostra cosa significa realmente Covid. Gli affari nel mercato domestico svizzero sono crollati al numero 1.

Da aprile a fine giugno, UBS ha generato un fatturato significativamente inferiore nella sua importante divisione HR e Corporate Banking, mentre allo stesso tempo ha dovuto effettuare accantonamenti elevati per prestiti a rischio.https://tpc.googlesyndication.com/safeframe/1-0-37/html/container.html?n=0

Tuttavia, i salari e le altre spese sono rimasti elevati. Insieme, ciò ha comportato una flessione degli utili: meno il 41 percento.

Il mercato interno, che in passato era il garante dell’aumento dei profitti, non è più importante se confrontato.

Tutte le altre divisioni – gestione patrimoniale globale, gestione patrimoniale globale, banca d’investimento – sono state in grado di sostenere o crescere. La banca di investimento con il 43 percento chiaramente.

UBS ha quindi un nuovo problema figlio. È la Svizzera di tutti i luoghi: la sua casa, l’ancora della banca.

Il motivo è la crisi causata dal virus. UBS ha dovuto fare accantonamenti per prestiti enormemente più elevati nell’ultimo secondo trimestre, per i quali la banca era responsabile oggi prima.

“Il motivo principale del calo dell’utile al lordo delle imposte è rappresentato dalle rettifiche di valore per rischi di credito per un importo di 104 milioni di franchi”, scrive UBS nel corso degli affari nella divisione Svizzera.

“Ciò è dovuto principalmente alle perdite risultanti dall’aggiornamento delle ipotesi macroeconomiche (vale a dire dati aggiornati sul PIL e sulla disoccupazione e i prezzi degli immobili per la Svizzera) e valutazioni di esperti”.

Il riferimento ai “prezzi degli immobili per la Svizzera” fa sedere e notare. Apparentemente la grande banca vede emergenti pericoli sul fronte della casa.

UBS è la banca leader per i mutui dietro Raiffeisen. Adesso è in frenata. Elimina i prestiti a rischio e deve fare attenzione con i nuovi mutui.

La crisi in Svizzera è appena iniziata. Ciò è evidente dalla crisi degli affari domestici di UBS.

Oltre ai mutui, la cosa principale sono i numerosi prestiti aziendali. UBS ha corretto le previsioni per l’economia. Si presume un restringimento.

Ciò porta a rischi di credito alle stelle tra i clienti aziendali. I prestiti in essere devono essere cancellati.

Dimostra quanto UBS – e anche CS, che pubblicherà i suoi dati la prossima settimana – dipende dal pacchetto di salvataggio Covid del governo federale.

Senza le garanzie del contribuente, UBS dovrebbe probabilmente cancellare molti più prestiti societari svizzeri o provvedere per loro.

Le somme coinvolte sono chiarite dalle dichiarazioni contenute nella relazione trimestrale UBS odierna.

“Entro il 17 luglio 2020, UBS aveva elaborato oltre 24.000 domande nell’ambito di questo programma e aveva impegnato un totale di 2,7 miliardi di CHF in prestiti fino a 0,5 milioni di CHF, garantiti al 100% dalla Confederazione Svizzera “.

“Inoltre, ci sono prestiti da 0,5 a 20 milioni di franchi per un importo di 0,5 miliardi di franchi, garantiti all’85%. Finora, nell’ambito di questo programma sono stati utilizzati 1,5 miliardi di franchi (47%). “

La più grande banca svizzera ha concesso in totale 4,2 miliardi di prestiti “gratuiti”, sostenuti dal contribuente.

La banca “mantiene l’obbligo di donare qualsiasi utile derivante dal programma di prestiti governativi a favore delle misure di aiuto COVID-19”.

Ciò che suona bene è più marketing che reale solidarietà. Perché: “Come comunicato in precedenza, non si aspettano tali profitti nel 2020”.

Tuttavia, UBS guadagna almeno 75 punti base ogni volta con i prestiti di salvataggio alle PMI svizzere. È utilizzato per finanziare salari e premi per l’equipaggio e la direzione.