Soldi dell’UE per te e me1.800.000.000.000 di euro – Come si ottiene qualcosa?

Una colonna di Hermann-Josef Tenhagen Spiegel.de 25.8.20

La decisione dell’Unione europea di avviare un programma di aiuti congiunti è storica. Le somme coinvolte sono mozzafiato. Ma cosa significano effettivamente i numeri che saranno decisi al vertice dell’UE per 450 milioni di cittadini dell’UE e 83 milioni di tedeschi?

Dov’è, caro lettore, la tua parte della torta?

Ci vuole un po ‘di matematica per mettere in prospettiva gli enormi numeri al vertice dell’UE . Cominciamo dall’alto. 1800 miliardi di euro di budget UE e aiuti Corona, ovvero quasi 4000 euro per cittadino dell’UE.

Di questi, 1070 miliardi sono destinati ai normali bilanci dell’UE dal 2021 al 2027. Quindi circa 150 miliardi all’anno o 340 euro all’anno per naso. Puoi ricordare.

Inoltre, ci sono ora i 750 miliardi di euro del pacchetto di aiuti Corona che saranno interamente impegnati nei prossimi tre anni e da spendere il più possibile. Di questi, 390 miliardi sono sovvenzioni: 867 euro pro capite, circa 900 euro. 360 miliardi di euro sono prestiti: 800 euro ciascuno.

Non sembra più tutto così grande e confuso? Quindi il gioco aritmetico ha servito al suo scopo.

Resta da chiarire a cosa servono ora questi soldi. Cominciamo con gli aiuti Corona. Dovrebbero aiutare quelle persone nei paesi dell’UE che sono state particolarmente colpite dalla crisi Corona. Per valutare ciò, la Commissione europea ha sviluppato un semplice criterio: laddove l’economia è in ritardo e la disoccupazione è stata recentemente elevata, molti flussi di denaro dovrebbero fluire. E poiché i funzionari di Bruxelles non sanno dove i soldi sono particolarmente urgenti nei paesi, i singoli paesi dovrebbero proporre alla Commissione ciò per cui vogliono i soldi e ciò che vogliono ottenere con esso. Proporre!”Nei prossimi anni ci saranno numerosi programmi che supporteranno i tuoi progetti se ne hanno i soldi.”

I funzionari di Bruxelles dovrebbero quindi esaminare rapidamente le proposte e dare il loro consenso. Dopotutto, il denaro dovrebbe arrivare rapidamente dove è necessario. Ma neanche troppo in fretta. Se Bruxelles ha dei dubbi sulle proposte o se il governo finlandese o portoghese dichiara che i soldi destinati alla Baviera o alla Catalogna sarebbero buttati fuori dalla finestra, allora i soldi potrebbero non essere pagati all’inizio. Il governo federale può anche esprimere dubbi sui programmi per altri paesi. I capi di Stato e di governo devono quindi decidere a maggioranza qualificata che le proposte sono ragionevoli o meno. Maggioranza qualificata significa che sono a favore almeno 15 paesi membri, con almeno il 65 percento della popolazione dell’UE.

Nel 2023, i funzionari dovrebbero guardare di nuovo per vedere se il denaro è stato usato come annunciato e se gli obiettivi dichiarati sono stati raggiunti. In caso contrario: desideri comunque modificare nuovamente la distribuzione per l’ultimo anno.

I paesi in cui l’economia si è ridotta in modo particolarmente brusco a causa della coronadevono quindi ricevere una somma particolarmente elevata di denaro . Si prevede che attualmente Italia , Spagna e Franciaridurranno la loro economia di oltre il 10 percento nel 2020.

Gli esperti di Bruxelles stanno calcolando che l’accoppiamento con le perdite del prodotto nazionale lordo invece della disoccupazione significherebbe che Germania e Francia potrebbero ottenere molto più denaro dagli aiuti nel 2023, Polonia e Spagna anche molto meno.

Nel normale bilancio dell’UE con i suoi 340 euro spesi per naso e anno, il denaro viene speso essenzialmente secondo gli stessi criteri di prima. I paesi e le regioni che sono economicamente cattivi stanno guadagnando più denaro. Significa economicamente peggio: lì le persone generano meno del 75 percento del prodotto nazionale lordo medio nell’UE.

L’agricoltura nell’UE ottiene molti soldi con l’annaffiatoio. Secondo il principio “più grande è l’azienda, più”. 35 miliardi di euro all’anno vengono spesi solo per questi pagamenti diretti. E alla fine, il cancelliere Angela Merkel hanegoziato altri 650 milioni di euro soprattutto per la Germania orientale. Anche se lì sembra economicamente migliore che in molte parti dell’UE e i casi Corona sono in realtà molto più rari.

Ciò significa anche che ciò che viene effettivamente fatto con gli aiuti Corona non è ancora chiaro, ma solo su cosa si può spendere in linea di principio, ci sono linee guida piuttosto chiare.

E chi paga per tutto?

Il normale bilancio dell’UE è costituito dalle tariffe dell’UE e in particolare dai bilanci dei 27 paesi membri. Il criterio di controllo che ogni paese scrive è il potere economico. Se l’economia è più forte e le persone sono più ricche, il paese deve pagare di più, ai paesi poveri viene chiesto di meno.

Sottraendo ciò che ritorna nei paesi ricchi come denaro (agricoltura, programmi spaziali, ecc.) Diventa chiaro chi sono i contribuenti netti . Il maggior contributo netto è sempre stata la Germania con il maggior numero di abitanti e un’economia fiorente: 160 euro pro capite. Ma gli olandesi , gli austriaci , i francesi e gli italiani(!) Erano sempre grandi pagatori netti, poi gli scandinavi .

I maggiori paesi beneficiari dopo miliardi sono la Polonia e l’ Ungheria . Ad oggi, hanno beneficiato pro capite di oltre 500 euro all’anno (Ungheria) e 325 euro (Polonia).  

Noi tedeschi non paghiamo quanto dovremmo pagare in rete in base alla chiave di distribuzione. Ci sono stati sconti per decenni – quindi è pagato meno di quanto calcolato. Maggie Thatcher con il suo sconto britannico ha in mente i successori. Nel corso dei prossimi sette anni, la Germania pagherà quindi 3,7 miliardi di euro in meno di quanto sia effettivamente ragionevole e gli olandesi si risparmieranno un miliardo ogni anno.

La Commissione europea dovrebbe inizialmente prendere in prestito i soldi per il programma Corona. E poi ripagare dal 2026 al 2058. I 360 miliardi di euro in prestiti saranno rimborsati dai paesi che li hanno presi, se così tanto credito fosse stato prelevato. Le sovvenzioni devono essere pagate da un lato dal bilancio dell’UE, ma soprattutto tramite una tassa sulla plastica, una tariffa per la CO2 per le importazioni ad alta intensità energetica dall’esterno dell’UE e una tassa digitale.

L’obiettivo della maggior parte dei flussi di cassa è chiaro: se il maggior numero possibile di europei ha denaro da spendere nei propri conti, si avvantaggiano a vicenda, anche al di là del calcolo lordo-netto.

Questo per quanto riguarda i numeri. Ma cosa significano per te?

A questo punto ho cinque messaggi:

  • Primo: il basso livello dei tassi di interesseprobabilmente rimarrà. Gli stati continueranno a impegnarsi per deprimere i tassi di interesse. Il denaro in banca ti porterà anche poco interesse per il futuro. Tre guadagni mensili come gruzzolo sul conto durante la notte sono buoni, di solito non è più utile .
  • In secondo luogo, se l’economia può essere sostenuta, ne trarranno vantaggio i proprietari di aziende e i lavoratori. Non è così facile da cambiare il vostro lavoro , ma è possibile comprare azioni. E raccomandiamo di non acquistare singole azioni su Finanztip , ma di prendere invece quote di fondi indicizzati (ETF) che investono in tutto il mondo. Se credi molto in Europa, anche economicamente, puoi prendere in considerazione gli ETF europei .
  • In terzo luogo, i soldi, ovvero alcune decine di miliardi in Germania, saranno spesi per misure promozionali in Germania, protezione del clima e digitalizzazione in primo luogo . Una cosa è certa: nei prossimi anni ci saranno numerosi programmi che supporteranno i tuoi progetti se ne hanno i soldi. Ha già iniziato a risparmiare energia . Aspetta e vedi cosa propone il governo nei prossimi mesi per il prossimo anno.
  • In quarto luogo, i paesi dell’UE in realtà imparano gli uni dagli altri. Il sistema tedesco di prestazioni lavorative a breve termine è stato introdotto anche in altri paesi dell’UE. Il presidente francese ha ora annunciato la prospettiva di bonus per le aziende che assumono tirocinanti.
  • Quinto: segui la stampa, seguimi (😉). Perché noi di Finanztip e i colleghi della redazione andremo a scavare e scrivere nei prossimi mesi in cui puoi ancora raccogliere la tua parte della grande torta.

Lo prometto.