Carneficina CS: fino a 2000 lavori andatiLa banca si rallegra del super profitto, poi prende il martello: il prossimo importante rinnovamento da ora in poi. Personale svizzero al centro del risparmio.

Indideparadeplatz.ch 30.7.20

Il Credit Suisse è felice questa mattina per “il miglior risultato (…) degli ultimi dieci anni”. Il tour usa gli applausi per disimballare immediatamente il martello da risparmio.

La grande banca prevede di spendere 400 milioni all’anno in meno dal 2022. Ciò si traduce in 2.000 posti di lavoro con un salario medio e un bonus di CHF 200’000.https://tpc.googlesyndication.com/safeframe/1-0-37/html/container.html?n=0

CS scrive che vuole “reinvestire completamente (…) il denaro risparmiato in varie iniziative di crescita” – “a condizione che il mercato e le condizioni economiche siano giuste”.

Ciò significa: se l’economia sale, anche le persone hanno un futuro con noi. Altrimenti meno.

<img src="data:image/svg+xml;charset=utf-8,

Corona si sentiva bene (CS)

Per la forza lavoro esistente, l’annuncio significa poco o niente edificante. Quando ci sono nuovi posti di lavoro, spesso sono destinati a dipendenti diversi da quelli odierni.

Ciò è particolarmente vero per la forza lavoro svizzera. Centinaia di posti di lavoro potrebbero andare persi nella CS Svizzera, conosciuta come Swiss Universal Bank.

Centinaia di posti di lavoro sono a rischio nelle aree di livello superiore, la maggior parte delle quali si trova anche in Svizzera.

Lì, il CS unisce le due divisioni di monitoraggio, Rischio e Conformità. Lara Warner, una confidente dell’ex capo Tidjane Thiam, assume il comando.

Il discorso sull’impero unito è di “realizzare un potenziale di efficienza significativo”; significa: smantellamento.

Nel complesso, la parte del leone della prevedibile perdita di posti di lavoro presso CS dovrebbe quindi colpire la Svizzera “costosa”.

Questo può essere visto tra le righe nel comunicato di oggi. Esiste l’area della Banca universale svizzera (SUB):

“Trasformazione del business high-tech sviluppando ulteriormente il direct banking e accelerando la digitalizzazione front-to-back”;

“Ottimizzazione e miglioramento della cooperazione con filiali, partner di joint venture e società FinTech”;

“L’obiettivo è sfruttare le opportunità di ulteriore crescita e realizzare il potenziale di efficienza con l’obiettivo di ridurre il rapporto costi / ricavi a medio termine dalla fascia alta a quella media del 50%”.

Più operazioni bancarie dirette significano più online e digitale, quindi meno personale. Più collaborazione con FinTech significa outsourcing. Più efficienza significa meno posti di lavoro.

Il capo del CS Thomas Gottstein, che era stato a capo del SUB per molto tempo prima di essere nominato grande capo aziendale a febbraio dopo la relazione di spionaggio, usa il suo coltello nella sua area Ex.

L’aveva detto in precedenza in un’intervista. Ora ha fatto uscire il gatto dalla borsa.

<img src="data:image/svg+xml;charset=utf-8,

Faded Pearl (SUB)

Il fatto che la miniera stia pagando i suoi ex colleghi dalla Svizzera non è solo dovuto agli alti salari, ma soprattutto al risultato.

Nel SUB, i dati economici pubblicati per il secondo trimestre sono sorprendentemente noiosi. Nella parte con i clienti privati, su cui si concentra il CS, un indicatore punta persino verso il basso.

“I deflussi di cassa netti di CHF 1,6 miliardi sono dovuti in parte alla riduzione dell’indebitamento nel nostro segmento di clienti con un patrimonio netto estremamente elevato”, scrive la banca sul deflusso tra i ricchi svizzeri.

Sotto Gottstein il SUB era in aumento, ora i ricchi stanno fuggendo. Il successore André Helfenstein divenne rapidamente un restauratore.

Succede raramente per caso. Gottstein è stato in grado di far brillare i numeri – e quindi si è messo nella posizione di preferito del CEO.

Improvvisamente, gran parte del successo in cifre proviene dalla banca di investimento, ma Gottstein decretò una forte riduzione dei costi nel SUB. Come sempre, questo significa impieghi bancari.

Gottstein sbatte la frusta, i suoi nuovi subordinati si affrettano. Ancora una volta, il CS diventa un importante cantiere dopo aver appena intrapreso un rinnovamento di tre anni sotto l’ex capo Thiam.

I costi dell’operazione Gottstein non sono noccioline.

“I costi di ristrutturazione previsti ammontano a circa 300-400 milioni di franchi per la durata del programma, che dovrebbe essere completato entro un anno”, scrive la banca.

Ciò lascia intatto: il Presidente. Urs Rohner può essere citato oggi in forma maestosa per il prossimo rinnovamento – l’ennesimo nel regno di quasi 10 anni di Zurigo.

“La strategia del Gruppo fino ad oggi si è dimostrata valida e viene riaffermata. In questo modo, continuiamo a garantire che la maggior parte del capitale investito sia rappresentata dall’attività di gestione patrimoniale “, afferma Rohner.

“Le nuove iniziative che annunciamo oggi ottimizzano il modello esistente e mirano a garantire che il Credit Suisse rimanga resistente in mercati incerti”.

“Dati questi adeguamenti, sono fiducioso che il Credit Suisse continuerà a creare valore sostenibile per i suoi azionisti negli anni a venire”.

Con l’ultima frase, Rohner inizia a modellare la sua eredità come capitano del CS. Si dimette in primavera, poi dice: il CS è sulla buona strada.

Sembra molto meglio della conversione Never Ending.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.