L’ex re Juan Carlos lascia la Spagna – In una lettera, l’ex monarca spagnolo dice a suo figlio che vuole lasciare il paese. Juan Carlos è coinvolto in uno scandalo finanziario. Con il passo salva Felipe VI. una decisione difficile.

HANS-CHRISTIAN RÖSSLER, MADRIAGGIORNATO IL 08/03/2020 – 19:39 faz.net

Juan Carlos risparmia a suo figlio Felipe una decisione difficile. Lunedì sera il re in pensione ha annunciato in una breve lettera che avrebbe lasciato la Spagna. Le accuse di corruzione contro di lui avevano aumentato la pressione politica su Felipe nelle ultime settimane per privare suo padre di residenza e titolo reale al fine di proteggere la monarchia spagnola da ulteriori danni. Quasi ogni giorno, nuovi dettagli sono diventati noti su Juan Carlos, che si dice abbia usato la sua posizione di monarca per arricchirsi. Riguarda la corruzione e l’evasione fiscale del valore di milioni.

Con le parole “Vostra Maestà, caro Felipe”, inizia la lettera pubblicata dalla famiglia reale la sera: “Con lo stesso zelo al servizio della Spagna che ha ispirato la mia regola e in vista dell’impatto pubblico che determinati eventi passati hanno sulla mia vita privata , Vorrei esprimerti la mia volontà senza riserve di aiutarti a semplificare le tue funzioni “, scrive Juan Carlos.

Un regalo di 65 milioni di euro

Allude all’annuncio da parte della Corte Suprema di Madrid di essere indagato da un consorzio spagnolo per sospetti tangenti per la costruzione della linea ad alta velocità da Medina alla Mecca. Secondo le informazioni del pubblico ministero svizzero, il re saudita Abdullah avrebbe trasferito $ 100 milioni sul conto di Ginevra della fondazione di un re nel 2008. L’importo apparentemente non è rimasto a lungo nel conto. Nel corso dell’indagine svizzera, l’avvocato dell’imprenditrice tedesca Corinna zu Sayn-Wittgenstein ha confermato che nel 2012 ha ricevuto un “dono indesiderato” da Juan Carlos, trasferito da questo account di Ginevra. Il monarca allora regnante voleva dimostrare che il tedesco, che una volta ha descritto come il suo “amico intimo”, che lo ha aiutato nei momenti difficili. Un totale di 65 milioni di euro è menzionato nei rapporti stampa. Tuttavia, le indagini spagnole riguardano solo il periodo successivo al 2014, quando Juan Carlos lasciò il trono e perse così la sua immunità criminale.

A Madrid, i politici del governo chiesero che il re Felipe si allontanasse ancora più chiaramente da suo padre, che si era ritirato dal pubblico un anno fa. Anche il primo ministro Pedro Sánchez si è espresso in questo senso. A marzo, Felipe annunciò che avrebbe rinunciato alla sua eredità. Ha anche privato suo padre dell’apanage annuale di quasi 200.000 euro. La situazione di Felipe divenne sempre più difficile perché molti spagnoli adorano Juan Carlos per il suo ruolo importante nella costruzione della democrazia dopo gli anni della dittatura di Franco.

Ora suo padre lo ha preceduto e, dopo 58 anni, non solo ha lasciato il palazzo Zarzuela, ma anche il paese, il cui re era fino a quando non ha lasciato il suo trono nel 2014. Durante i suoi lunghi anni da re, “Ho sempre desiderato il meglio per la Spagna e per la corona”, sottolinea Juan Carlos nella sua lettera d’addio. In un comunicato reale di lunedì sera, Felipe ha espresso “sincero rispetto e gratitudine per la sua decisione” a suo padre. Ha elogiato l ‘”importanza storica” del suo governo e ha ribadito i principi e i valori della democrazia spagnola per i quali Juan Carlos aveva contribuito.