Calcio: in vendita quasi mezza Serie A (Mi.Fi.)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Con il passaggio della Roma a Dan Friedkin si è stabilizzata una delle piazze più importanti del calcio italiano. Ma tra proclami, annunci ufficiali o semplici indiscrezioni, sono ancora molti i club di Serie A in predicato di cambiare proprietario. 

Tanto che almeno sette se non otto squadre delle 20 che comporrano il prossimo campionato sono nei fatti in vendita. E questo può avere un impatto decisivo nella delicata partita che si giocherà da fine mese sui diritti tv. Che restano la maggior voce di introito del calcio italiano. 

Se infatti la Roma, che con il cambio al vertice potrebbe andare verso il delisting, ha rappresentato il caso più eclatante di queste settimane, non va dimenticato come a Genova, sia sulla sponda blucerchiata che su quella rossoblù, c’è aria di rivoluzione. 

In casa Sampdoria Stefano Versace, imprenditore che ha fatto fortuna con le gelaterie negli Stati Uniti, ha già palesato a mezzo stampa il proprio interesse per il club. Anche se il contestatissimo presidente Massimo Ferrero, che ha appena modificato il cda della società, non sembra intenzionato a cedere la mano. Sulla sponda genoana il presidente Enrico Preziosi ha detto ufficialmente che vuole vendere il club più antico d’Italia. Secondo alcuni sarebbe una manovra del numero uno rossoblù per mostrare come e non ci siano acquirenti interessati e calmare la piazza. Certamente però, come ha rivelato a Mf-Milano Finanza un imprenditore che anni fa aveva approcciato il club ligure, la struttura societaria del Genoa è molto complessa ed è difficile arrivare a una stima dell’enterprise value. Cosa che non rende semplici un’eventuale operazione. A Torino, sulla riva granata del Po, c’è una situazione analoga a quella della Samp. Una cordata di imprenditori, non ben precisata in realtà, ma rappresentati dalla Console and Partners di Torino e Pipicella & Associati di Milano, si è raccolta nel cosiddetto “Progetto Taurinorum” con l’obiettivo di rilevare e rilanciare il Torino. Trovando però, per il momento, il muro di Urbano Cairo, presidente del sodalizio piemontese, che ha spiegato di non avere intenzione di cedere il club in questo periodo, al termine cioè di una stagione così difficile che ne ha depresso il valore. 

red/lab 

(END) Dow Jones Newswires

August 10, 2020 04:07 ET (08:07 GMT)