Berkshire fa una scommessa sul mercato dell’oro che Buffett una volta deriso

Di 14 agosto 2020, 23:38 CEST Bloomberg.com

La Berkshire Hathaway Inc. di Warren Buffett ha aggiunto Barrick Gold Corp. al suo portafoglio nel secondo trimestre, facendo impennare le azioni del secondo più grande minatore di metalli al mondo.

Berkshire ha assunto una nuova posizione in Barrick, acquistando 20,9 milioni di azioni, o l’1,2% delle azioni in circolazione della società, con un valore di mercato corrente di 565 milioni di dollari, secondo una dichiarazione regolamentare di venerdì. Il fascicolo mostra le mosse fatte da Buffett o dai suoi due deputati per gli investimenti, Todd Combs o Ted Weschler.

In passato, Buffett, il presidente miliardario del Berkshire, ha messo in guardia dall’investire nel metallo perché non è produttivo come una fattoria o un’azienda. Ora, i minatori d’oro stanno beneficiando dell’aumento dei prezzi dei lingotti che stanno aumentando i margini di profitto mentre i costi di produzione si sono stabilizzati, rendendoli investimenti sempre più interessanti. Grandi minatori, tra cui Barrick e Newmont Corp., speravano di corteggiare i generalisti fuggiti dal settore anni fa.

Anche la Paulson & Co., gestita dal miliardario gestore di hedge fund John Paulson, ha incrementato le sue partecipazioni in Barrick.

Le azioni di Barrick sono aumentate del 7,4% alle 17:32 nelle negoziazioni after-hour a New York.

Buffett potrebbe essere stato contrario all’oro in passato, ma ha già scommesso molto sui metalli. Nel 1997, ha acquistato 129,7 milioni di once d’argento, facendo affidamento sulla domanda superando la produzione e il riutilizzo. Ha comprato la maggior parte per meno di 6 dollari l’oncia e l’ha venduta subito dopo, ha detto nove anni dopo . “Sono stato il re d’argento lì per un po ‘”, ha detto in quel momento.

Il balzo dei prezzi dell’oro ha aumentato la volontà degli investitori di pompare miliardi nel settore, con i minatori di metalli preziosi che hanno raccolto 2,4 miliardi di dollari in offerte di azioni secondarie durante il secondo trimestre. L’oro ha avuto una spinta poiché i tagli dei tassi di interesse della Federal Reserve e un crollo dei rendimenti dei titoli di Stato reali hanno sollevato la domanda per il metallo, che non offre interessi.

Per saperne di più: Barrick gioca sul sicuro anche se l’ondata di aiuti pandemici aumenta l’oro

I documenti pubblicati questo mese non includono l’attuale posizione degli hedge fund, che potrebbe essere cambiata dalla fine del trimestre. I gestori di fondi che sovrintendono a più di $ 100 milioni negli Stati Uniti devono presentare un modulo 13F entro 45 giorni dalla fine di ogni trimestre per elencare quelle azioni, nonché le opzioni e le obbligazioni convertibili. I documenti non mostrano titoli non statunitensi, partecipazioni non quotate in borsa o contanti.

– Con l’assistenza di Danielle Bochove