L’errore clericale da 900 milioni di dollari di Citi è il peggior pasticcio di Wall Street da molto tempo

Di e 15 agosto 2020, 02:12 CESTAggiornato il 15 agosto 2020, 03:41 CEST Bloomberg.com

  • Il denaro è stato erroneamente inviato a istituti di credito che hanno citato in giudizio il gigante dei cosmetici
  • HPS, Brigata tra le aziende che non hanno restituito denaro

Anche per Citigroup Inc., erano un sacco di soldi. Mercoledì, il personale addetto alle operazioni di prestito presso la banca di New York ha trasferito $ 900 milioni, apparentemente per conto di Revlon Inc. , ai prestatori del travagliato gigante dei cosmetici controllato dal miliardario Ron Perelman.

È stato un errore per i secoli – un “errore materiale”, come Citigroup ha detto ai prestatori – che ora ha fatto precipitare la banca in una battaglia tra l’impero Perelman e un corpo di fondi di investimento affilati che sono diventati i suoi impazienti creditori.

Un finanziere coinvolto ha paragonato il pagamento a sorpresa alla ricerca di una fortuna sul marciapiede. E, alla fine di venerdì, diversi hedge fund che affermano che Revlon era inadempiente sul prestito non mostravano segni di restituire a Citigroup i suoi soldi.

Il trasferimento capriccioso di quasi un miliardo di dollari sembra essere uno dei più grandi fallimenti a Wall Street da secoli, e sta facendo oscillare le lingue nei mercati finanziari. La domanda che tutti si pongono: come è potuto succedere?

Una portavoce di Citi ha rifiutato di commentare. Un rappresentante di Revlon ha dichiarato in una dichiarazione inviata tramite posta elettronica che Revlon stesso non ha pagato il prestito, o parte di esso.

“È un errore d’ufficio da un miliardo di dollari”, ha detto Michael Stanton , un ex consigliere di ristrutturazione e fallimento. “Questo probabilmente sta rovinando alcune stanze molto grandi a Citibank.”

Domanda di accelerazione

Al centro della storia c’è una battaglia sempre più brutta tra Revlon e un gruppo di istituti di credito che hanno citato in giudizio l’azienda di cosmetici e hanno chiesto il rimborso immediato di un prestito a termine che Revlon ha in scadenza nel 2023. Lavorando con UMB Bank, gli istituti di credito sostengono che Revlon spostato alcuni diritti di proprietà intellettuale che avevano sostenuto il loro prestito in garanzia per nuovi debiti.

I finanziatori, tra cui Brigade Capital Management , Symphony Asset Management e HPS Investment Partners , stanno cercando un’ingiunzione del tribunale che imponga la restituzione della garanzia, che include i marchi di fabbrica. Anche Citi, l’agente amministrativo del prestito, è stato nominato imputato nella causa, sebbene fosse in procinto di dimettersi dal ruolo di agente.

Più o meno nello stesso periodo in cui è stata intentata la causa, i quasi 900 milioni di dollari – un importo pari all’intero valore principale del prestito, più gli interessi maturati – sono finiti nei conti bancari dei creditori, secondo persone che hanno familiarità con la questione. Ora, Brigade, Symphony e HPS sono tra coloro che si rifiutano di restituire il denaro, hanno detto le persone, che hanno chiesto di non essere nominate per discutere di una questione privata.

“Questo è ciò che chiedevano gli investitori: volevano che il loro prestito venisse estinto”, ha detto Phil Brendel, analista senior del debito distressed di Bloomberg Intelligence. “Dato che anche la loro causa è contro Citibank, non è chiaro il motivo per cui restituirebbero i soldi”.

Il pagamento è stata una sorpresa particolarmente gradita considerando che il prestito viene scambiato per meno di 30 centesimi sul dollaro, segnalando che gli investitori hanno scarse speranze di ottenere una piena ripresa in circostanze normali.

Citi venerdì non ha ancora ricevuto la maggior parte dei fondi, anche se i rimborsi hanno continuato ad arrivare, ha detto la gente. La banca ha avviato un’indagine interna sulla questione, ha detto una delle persone.

Il pagamento errato è stato segnalato per la prima volta da LevFin Insights.

Per saperne di più: Revlon ha citato in giudizio le garanzie per il prestito di acquisizione

Revlon ha detto che avrebbe combattuto la causa “senza merito” della UMB e che la banca non ha la facoltà di citare in giudizio perché non è l’agente del prestito.

“Questo gruppo di istituti di credito ha ripetutamente fatto ricorso ad accuse infondate nel tentativo di arricchirsi e danneggiare la società impedendo a Revlon di esercitare i suoi diritti contrattuali per garantire il finanziamento necessario per eseguire la nostra strategia di inversione di tendenza e affrontare la crisi del Covid-19”, ha detto Revlon in una precedente dichiarazione.

Revlon, controllata da MacAndrews & Forbes di Perelman, ha lottato per rimanere rilevante e arginare il calo delle vendite a causa della concorrenza di Estee Lauder Cos. E di una serie dipiccole aziende che utilizzano i social media per attirare i clienti. L’azienda di cosmetici è stata duramente colpita dalla pandemia e sta cercando di rielaborare i suoi 3 miliardi di dollari di prestiti.( Aggiornamenti con i piani di Citi per un’indagine interna nel 12 ° paragrafo. )