Deutsche Bank: banchieri blogger in aumento

Finews.ch 18.8.20

Negli ultimi mesi, Deutsche Bank ha portato un numero di digitalizzatori a posizioni elevate che sono molto bravi in ​​una cosa: bloggare. Ora uno studente di dottorato HSG, noto per il suo podcast, si unisce al team.

In Germania è una delle giovani élite della “Top 40 under 40” , il suo capo Christian Sewing è entusiasta di lui, e alla Deutsche Bank è uno dei pochi vincitori dell’ultima riorganizzazione: stiamo parlando di Stefan Hoops (foto sotto), all’età di soli 39 anni, capo del business globale dei clienti aziendali e un addetto digitalizzatore.

“L’ultimo Joker di cucito” (“Der Spiegel”) staora radunando i suoi simili presso la più grande banca del paese vicino. Preferibilmente esperti di fintech e, come ha analizzato il portale finanziario “finanz-szene.de” , operatori di blog ben noti nel panorama.

Cerchi 500

Pratica ristretta

Secondo il rapporto, questo vale per André Bajorat , il nuovo responsabile della strategia sotto Hoops, precedentemente a Fintech Figo. O al nuovo product manager Rafael Otero,precedentemente alla startup di pagamenti Payleven, oa Jochen Siegert del concorrente Traxpay, che recentemente è diventato il platform manager. Inoltre, Kilian Thalhammer (più recentemente Wirecard) e Alexander Bechtel, quest’ultimo nel campo della strategia sulla valuta digitale.

In qualità di operatore del podcast “Bitcoin, Fiat & Rock’n’Roll” , che pubblica da oltre un anno, Bechtel ha raggiunto un certo rilievo nella scena fintech. Altrimenti è assistente di ricerca e dottorando presso l’Università di San Gallo (HSG). Secondo il suo profilo sul servizio online LinkedIn, la sua esperienza pratica nel settore bancario equivale a un mandato di consulenza presso la Banca centrale europea (BCE) e un breve soggiorno presso la borsa europea multipaese Eurex.

Spinta da Corona

Ma Hoops ha trovato il suo stratega nell’uomo. Il capo della nuova “banca aziendale”, che è al centro del gruppo con i suoi flussi finanziari di circa 1 trilione di euro, vede chiaramente il suo approccio rafforzato dalla crisi della corona.

“Alcune tendenze accelereranno in modo significativo, tutto ciò che ha a che fare con la digitalizzazione, le transazioni di pagamento online o il supporto dell’e-commerce, per esempio”, ha detto Hoops a “Handelsblatt”. Altri lo vedono in modo più critico. “Molto coraggioso (e un po ‘pazzo) quello che sta facendo i cerchi in questo momento”, ha detto “finanz-szene.de”.