UBS con Apple Pay – Game Over per Twint?

Insideparadeplatz.ch 24.8.20

Ora il numero 1 ha rinunciato ai suoi anni di resistenza ad Apple Pay. Ciò significa che la soluzione Swiss Twint è al limite.24/8/2020  Lukas Hässig25th  7.392

UBS ha svolto un ruolo decisivo nella difesa della piazza finanziaria svizzera contro l’intruso Apple. Gli americani non hanno utilizzato l’app mobile di UBS.

Ora la banca leader del paese ha rinunciato alle armi. I clienti UBS hanno recentemente potuto utilizzare Apple Pay sui loro telefoni cellulari .https://94329d37f8cef7bb3ee8a30e858869c1.safeframe.googlesyndication.com/safeframe/1-0-37/html/container.html?n=0

Il CS come numero 2 aveva lasciato il campo di difesa prima. Ciò lascia solo Postfinance come combattente contro Apple. La banca statale non dovrebbe resistere a lungo.

Con l’abbandono di UBS, Twint diventa protagonista. L’app mobile delle banche svizzere ha beneficiato per anni della sicurezza nazionale attraverso le banche proprietarie.

Ora il muro è rotto. Twint può prevalere su Apple Pay e l’alternativa di Google chiamata Google Pay? O almeno mantenere il mercato come alternativa svizzera?

<img src="data:image/svg+xml;charset=utf-8,

Team Twint contro Apple ( Twint )

Sarà difficile. Twint celebra regolarmente nuovi valori record. 2 milioni di utenti hanno già l’app sui loro telefoni cellulari e la utilizzerebbero per pagamenti senza contanti.

Ciò che suona bene non suona nel registratore di cassa. Twint è diventato un successo tra i ragazzi perché possono facilmente inviare qualche franco ai loro colleghi con un clic.

Ciò ha aiutato a crescere. Ma è ancora molto lontano dall’essere un business. Twint guadagna soldi come tutti gli altri nel business delle carte: con commissioni da aziende che consentono ai propri clienti di pagare con Twint.

Per entrare in un ramo verde, Twint ha aumentato le commissioni per le aziende. Digitec-Galaxus, la filiale di Migros e il principale rivenditore online in Svizzera, non ha giocato insieme. C’è stata una rottura .

Mezzo selvaggio, dicono i promotori di Twint. Si riferiscono a uno studio sul marchio che mostra Twint come una brillante “stella”.

<img src="data:image/svg+xml;charset=utf-8,

Twint, lo “Star Brand” svizzero ( Havas Brand Predictor )

Il problema è che Twint è conosciuto solo in Svizzera. Con Apple Pay e Google Pay, invece, il cliente ha una carta mobile per tutto il pianeta.

Twint vuole colmare la lacuna con le partnership in Europa. L’economia di Internet ha dimostrato con quanta forza il principio “Il vincitore prende tutto” si applica nell’orbita digitale.

Se Twint non fosse in grado di reggere il confronto con i giganti mondiali Apple e Google a lungo termine, sarebbe un’amara sconfitta per i proprietari di Twint. Non solo in termini di immagine e le grandi promesse che si sarebbero rivelate fumo e specchi.

Ma il buco nel conto sarebbe impressionante. Si dice che lo sviluppo di Twint sia costato circa 500 milioni di franchi .

Per UBS, Raiffeisen, Postfinance, ZKB e, nonostante la loro uscita anticipata dal monopolio, la perdita di denaro potrebbe non essere il fattore decisivo. Ma non un bastone a questa altezza.