HSBC Global AM e Pollination cercano di creare il “più grande gestore di capitale naturale del mondo”- “Investire nella resilienza della natura significa investire nella resilienza dell’economia. La natura è l’investimento più fertile che abbiamo “.

internationalinvestment.net 26.8.20

HSBC Global Asset Management e Pollination Group, una società di consulenza e investimento specializzata in cambiamenti climatici, hanno annunciato oggi di aver stipulato una joint venture per costituire HSBC Pollination Climate Asset Management.

La partnership mirerà a creare il più grande gestore di capitale naturale del mondo ed è la prima impresa su larga scala a integrare il capitale naturale come classe di attività. Il veterano del settore, Christof Kutscher, sarà nominato presidente esecutivo della joint venture.

HSBC Global Asset Management e Pollination forniranno entrambe risorse alla joint venture pianificata e opereranno in modo indipendente. Attraverso la creazione di fondi privati, HSBC Pollination Climate Asset Management mira a offrire agli investitori un’ampia esposizione ai temi del capitale naturale globale sia nei mercati emergenti che in quelli sviluppati. La partnership fornirà anche gestione e valutazione degli investimenti, consentendo agli investitori di misurare quantitativamente l’impatto.Investire nella resilienza della natura significa investire nella resilienza dell’economia. La natura è l’investimento più fertile che abbiamo “.

Il gruppo di fondi proposto mirerà ad attrarre capitali da investitori istituzionali, compresi fondi sovrani, fondi pensione e assicuratori, verso investimenti in capitale naturale.

Il primo fondo, che mira a lanciare a metà del prossimo anno, cercherà di raccogliere fino a 1 miliardo di dollari, seguito da un fondo per crediti di carbonio fino a 2 miliardi di dollari. HSBC afferma che intende diventare un investitore fondamentale nel primo fondo. I fondi investiranno in una vasta gamma di progetti che preserveranno, proteggeranno e miglioreranno la natura a lungo termine.

L’investimento sostenibile nel capitale naturale fornisce esposizione a progetti incentrati sulla natura, tra cui silvicoltura sostenibile, agricoltura rigenerativa e sostenibile, approvvigionamento idrico, carbonio blu (carbonio catturato dagli oceani e dagli ecosistemi costieri), biocarburanti basati sulla natura o progetti basati sulla natura che generano rendimenti da ridurre le emissioni di serra.

Martijn Wilder, uno dei partner co-fondatori di Pollination, ha dichiarato: “Per raggiungere gli obiettivi fissati nell’accordo di Parigi dobbiamo creare e finanziare nuovi approcci che proteggano la natura, su larga scala. In un’economia globale che si trova sulla strada della rapida decarbonizzazione , ascoltiamo regolarmente investitori e organizzazioni alla ricerca di opportunità di investimento che mitigheranno il rischio climatico a lungo termine “.

“Nel capitale naturale, stiamo accelerando gli investimenti in una classe di attività che può aiutare a combattere i cambiamenti climatici e costruire la biodiversità, generando anche rendimenti a lungo termine per gli investitori istituzionali. Investire nella resilienza della natura significa investire nella resilienza dell’economia. La natura è l’investimento più fertile che abbiamo “.

Nicolas Moreau, CEO globale, HSBC Global Asset Management, ha dichiarato: “I clienti sono sempre più concentrati sulle questioni ambientali e questa iniziativa è progettata per aiutarli a ottenere un ritorno finanziario, creando allo stesso tempo un impatto positivo sulla biodiversità del mondo che sarà sentito per le generazioni a venire. Attraverso soluzioni come questa, aiutiamo i clienti a raggiungere i loro obiettivi di investimento a lungo termine, soddisfacendo la loro crescente domanda di contribuire attivamente a un mondo più sostenibile “.

La joint venture è soggetta ad approvazione normativa.