TESLA INC: Tesla non aderisce all’S & P 500 e cade a Wall Street

Lesechos.fr 8.9.20

Tesla ha perso più del 15% a Wall Street martedì, appesantita dall’annuncio che il titolo non include l’indice S&P 500, il benchmark per i manager.

È una crudele disillusione per gli azionisti e i fan di Tesla. Il produttore di auto elettriche non integrerà l’S & P 500, il punto di riferimento sacrosanto dei manager americani. Molti avevano scommesso su un annuncio favorevole, soprattutto perché il gruppo aveva deciso di dividere per cinque il valore nominale della sua quota per renderla più abbordabile. Il titolo scende del 15% nei primi scambi di Wall Street.null

Tra gli eletti, lo specialista nel commercio online di prodotti artigianali o vintage Etsy, il produttore di semiconduttori Teradyne e l’azienda biofarmaceutica Catalent integreranno l’S & P 500 da questo 21 settembre, invece di H&R Block, Coty e Kohl’s.

Delusione tra i manager

La delusione è totale da parte dei gestori. Telsa fa parte di molti fondi indicizzati, per un ammontare stimato di 4,4 miliardi di dollari e la sua capitalizzazione di mercato sfiora i 400 miliardi di dollari… L’azienda avrebbe integrato l’indice nei posti migliori, nel primo decile. Gli analisti di S&P 500, responsabili delle decisioni di arbitraggio, non hanno spiegato perché la società di Elon Musk non è stata selezionata. Ma non possiamo escludere che sia a causa dell’impennata del 400% del titolo quest’anno, con il timore dell’impatto di una ricaduta sull’indice.

Tesla punta a consegnare 500.000 veicoli quest’anno, con un aumento del 36% rispetto al 2019. Ora è redditizio: ha registrato nel periodo aprile-giugno il suo quarto trimestre consecutivo nel verde, anche se i suoi profitti rimangono relativamente modesti ( 104 milioni nel secondo trimestre) e sono stati trainati dalla vendita di crediti di CO2 a Fiat Chrysler.