B.Mps: maxiconsulenza a Maccarone del Fondo interbancario (Stampa)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Una maxiconsulenza da oltre 900.000 euro per valutare se e 

come poter recuperare 22 milioni di euro di spese legali sostenute 

nell’arco di 11 anni. Il committente è Monte dei Paschi, controllata dal 

ministero del Tesoro. E il superconsulente – scrive La Stampa – è 

Salvatore Maccarone, avvocato nonché presidente del Fondo interbancario di 

tutela dei depositi. Ovvero lo strumento finanziato da tutte le banche 

deve intervenire per tutelare i depositi bancari e che, nel suo braccio 

volontario, ha partecipato ai salvataggio bancari più recenti come Carige 

e Popolare di Bari. E del quale Mps è uno dei principali contributori, con 

42 milioni nel 2019 allo schema obbligatorio più 8 milioni di minusvalenza 

registrata sul contributo per Carige. 

La richiesta della ricognizione sulle spese legali sarebbe arrivata 

direttamente dalla Bce, l’attività è partita nel maggio del 2019 eppure ad 

oggi non è stato possibile chiarire a che punto sia e cosa ne sia stato. 

La consulenza risale al 2019 e riguarda, secondo i documenti visionati da 

La Stampa, l’esame delle spese anticipate dalla banca per le sanzioni 

irrogate da Banca d’Italia, Consob e Mef a ex esponenti e dirigenti 

dell’istituto tra il febbraio del 2005 e il 2016, al fine di poter 

valutare le possibilità di recupero. Secondo quanto ricostruito, lo studio 

Maccarone è stato scelto in quanto, riferisce una delle fonti 

interpellate, presentava minori conflitti d’interesse rispetto alle 

persone coinvolte. Il mandato riguarda 17 provvedimenti sanzionatori e 328 

soggetti coinvolti. L’ammontare delle spese legali sostenute dalla banca 

per queste posizioni è di 22 milioni di euro. 

pev 

(END) Dow Jones Newswires

September 08, 2020 03:30 ET (07:30 GMT)