UBS aumenta di dieci volte le commissioni sui suoi contiI clienti di UBS nel settore della gestione patrimoniale con sede all’estero dovranno scavare a fondo nelle proprie tasche in futuro. La grande banca aumenta le commissioni molte volte.

Blick.ch 9.9.20

UBS raddoppierà le commissioni fatturate ai suoi clienti di asset management con sede all’estero con un patrimonio inferiore a mezzo milione di euro. Dal 1 ° gennaio 2021 saliranno a 330 franchi al mese.

Ciò emerge dai documenti UBS a disposizione dell’agenzia di stampa AWP. La banca attualmente addebita a questi clienti 30 franchi per gli stessi servizi. Mercoledì la pubblicazione online “Inside Paradeplatz” ha riferito dell’aumento delle tariffe.

Tassi di interesse negativi come motivo

Alla domanda sui motivi del cambio di direzione, UBS ha dichiarato mercoledì che “detenere grandi quantità di liquidità in un ambiente di tassi di interesse negativi con rischi di inflazione crescenti è una strategia che distrugge sia i clienti che le banche”.

Un portavoce di UBS ha detto che la banca ha contattato alcuni clienti stranieri con disponibilità liquide “significative” in Svizzera per offrire loro servizi aggiuntivi. L’acquisto di uno qualsiasi di questi avrebbe consentito loro di essere esentati dall’aumento .

Quanti sono interessati?

Tuttavia, la banca non ha voluto commentare ad AWP il numero di clienti interessati. Il portavoce, inoltre, non ha voluto ipotizzare quanti soldi potrebbero fluire attraverso il passaggio.

Secondo i documenti della banca, l’aumento tariffario si applica solo ai clienti con i quali esiste il rapporto d’affari da più di tre mesi. Inoltre, a quanto pare, non si applica ai clienti di gestori patrimoniali indipendenti, per i quali, secondo la circolare UBS, si applicano “le condizioni delle tariffe fornite separatamente”. (pbe / SDA)