Weber ha minacciato il quartier generale di UBS a FrancofortePresidente politica oppressa, Finma: se la fusione con CS non sarà accettata, la banca andrà in Germania. Resistenza in VR e gestione.

Insideparadeplatz.ch 15.9.20

L’operazione “Signal” di Axel Weber sarà sul tavolo questa settimana nel Consiglio di amministrazione di UBS nel centro congressi della banca a Wolfsberg. Per il tedesco sembra burrascoso.

I piani di fusione del presidente di UBS incontrano una forte resistenza da parte dei consigli di amministrazione delle due multinazionali. In primo luogo, il capo di Roche Severin Schwan, vicepresidente di CS, sarebbe contrario.

Secondo un insider, anche molti nelle due direzioni aziendali responsabili delle operazioni sono contrari al colpo di stato di Weber. Diverse persone di alto livello dovrebbero temere per la loro posizione di vertice altamente pagata.

Da mercoledì a venerdì, il Consiglio di amministrazione di UBS discuterà la strategia numero 1 del Paese. A seconda dell’opposizione, “Signal” potrebbe essere messo in una scatola, dice la fonte.

Ciò significherebbe che il più importante alleato di Weber nel grande progetto, il presidente di CS Urs Rohner, dovrebbe rinunciare al lato del “partner junior”. Un gruppo di progetto stava già pianificando in CS.

Per il capitano di UBS Axel Weber, una rapida conclusione di “Signal” sarebbe un fallimento in una classe a sé stante. L’ex presidente della Bundesbank tedesca aveva messo tutto il suo peso nell’ambizioso progetto.

<img src="data:image/svg+xml;charset=utf-8,

Chi è il vero grande? ( UBS )

Durante i colloqui con politici di alto livello a Berna, tra cui il ministro delle finanze Ueli Maurer e Mark Branson, capo dell’Autorità per i mercati finanziari delle Finma, Weber ha minacciato di lasciare UBS, secondo l’insider.

La banca avrebbe trasferito la sua sede dalla Svizzera alla Germania: nel centro finanziario tedesco di Francoforte, dove Weber un tempo brandiva lo scettro alla Bundesbank.

Oswald Grübel aveva già fatto una minaccia del genere 10 anni fa quando, dopo il suo periodo di successo al CS, comandò UBS dopo il suo subprime vicino alla morte.

La maggior parte dei giornali svizzeri, in particolare NZZ e Tages-Anzeiger , sono scettici su un’alleanza UBS-CS nelle loro edizioni attuali. 1 + 1 non risulta in due, quindi l’argomento principale.

L’uomo d’affari di Blick ha reso il presidente di UBS Weber la figura centrale in una videointervista . “Si tratta dell’ego di un leader di banca, ma (il progetto) non è incredibilmente realistico”.

Sulla scena mondiale, dove si trasferisce il presidente di UBS, il grande piano di Weber è stato accolto meglio.

“UBS acquista Credit Suisse? Dategli una possibilità “, titolava Bloomberg . L’influente agenzia di stampa statunitense vede il potenziale in particolare nell’investment banking.

“La società combinata si avvicinerebbe ad avere un’offerta completa di servizi di investment banking che né UBS né Credit Suisse hanno da soli”, ha scritto ieri Bloomberg. E inoltre:

“Un leader nelle azioni, UBS, sposerebbe un attore di primo piano nei mercati del credito. Dopo la contrazione all’indomani della crisi finanziaria, UBS ha eliminato gran parte delle sue attività a reddito fisso che Credit Suisse avrebbe completato “.

“Allo stesso modo, Credit Suisse rafforzerebbe i team di M&A e mercati dei capitali di UBS negli Stati Uniti”

La rete CH Media e il portale online Watson hanno raggiunto il CEO di UBS Sergio Ermotti, che tra due mesi cederà il timone al suo successore.

“Anche a lui è stato possibile” non commentare le voci “solo quando ha sollevato il cellulare”.

“Alla domanda se una smentita non sarebbe necessaria nel caso di una cosa così importante come una speculazione sulla fusione, non dovrebbe esserci nulla da fare, Ermotti ha ripetuto: ‘Nessun commento'”.

Secondo la storia di Weber, il suo progetto di fusione riguarda il rafforzamento del private banking e dell’investment banking competitivo.

“UBS potrebbe espandere la sua società di gestione patrimoniale leader a livello mondiale per includere i clienti del Credit Suisse. Questo a sua volta porterebbe la sua banca di investimento molto più forte nella nuova struttura “.

<img src="data:image/svg+xml;charset=utf-8,

E io? ( UBS )

Ad inizio novembre, Ermotti sarà seguito da Ralph Hamers dell’olandese ING. Hamers è considerato uno stretto confidente di Axel Weber.

Ciò non impedirebbe a quest’ultimo di “sacrificare” il suo nuovo amministratore delegato per la sua fusione o il colpo di stato di acquisizione, ritiene l’informatore.