Contributo a fondo perduto in sold out

di Cristina Bartelli SCARICA IL PDF italiaoggi.it 16.9.20

Gualtieri

Contributoi a fondo perduto sold out. Domande bloccate in attesa di ridisegnare il perimetro di erogazione dei fondi che saranno assicurati ai richiedenti, considerato che sono state esauriti i 6 mld stanziati con il decreto Rilancio. A confermare le anticipazioni di ItaliaOggi (si veda ItaliaOggi del 10/9/20) è lo stesso ministro dell’economia Roberto Gualtieri, in audizione ieri sulle linee guida del recovery plan davanti le commissioni finanze riunite di camera e Senato.

La misura «ha funzionato così bene che ha tirato più dello stanziamento, dovremo aggiungere alcune centinaia di milioni spostandoli da alcune misure che hanno tirato meno». Gualtieri ha anche aggiunto che: «mi accingo a utilizzare le norme con passaggio parlamentare» per trasferire le risorse, dato che le «ultime trance non sono state pagate perché è stato speso tutto». Si tratterebbe secondo una stima fatta dallo stesso Gualtieri di alcune centinaia di milioni da aggiungere a quanto già riconosciuto.

Dunque tempi di attesa più lunghi del previsto per tutte quelle istanze che da metà luglio a fine agosto sono state inoltrate e si trovano in istruttoria presso l’Agezia delle entrate.

Attualmente sono stati erogati in media 2.800 euro per oltre due milioni di imprese.

I tempi supplementari sono anche dovuti alla qualiltà dei controlli e alle verifiche sui dati Iva.

Gualtieri ha poi fornito il dato sull’erogazione relativa al bonus vacanze: «Fino all’11 settembre scorso «sono stati generati 1,5 milioni di bonus vacanze, per una sommagià impegnata di 660 milioni e ci sono ancora vari mesi di validità», ha ricordato il ministro che si riserva di fare un bilancio di come è andata la misura solo alla fine del periodo di validità . Per il bonus sono stati riservati 2 miliardi di risorse e a fine agosto sulla base delle erogazioni si era evidenziato un flop della misura.

Il ministro non ha risparmiato una stoccata all’andamento del bonus per le partite Iva. «L’indennità per i lavoratori autonomi ha avuto, come noto, un tiraggio molto alto. O, in alcuni casi, direi eccessivo», ha osservato Gualtieri rispondendo alle domande dei deputati.