Sergio Ermotti: La strada è andata – Il CEO di lunga data lascerà UBS tra sei settimane. Ora una cosa è certa: Sergio Ermotti non avrà alcun lavoro continuativo formale con la più grande banca svizzera, come ha appreso finews.ch .

Finews.ch 18.9.20

Il CEO di lunga data lascerà UBS tra sei settimane. Ora una cosa è certa: Sergio Ermotti non avrà alcun lavoro continuativo formale con la più grande banca svizzera, come ha appreso finews.ch .

Sergio Ermotti varrà per l’ultima volta la porta della sua sede in Bahnhoftstrasse 45 a Zurigo venerdì 30 ottobre. Il lunedì successivo, il suo successore designato Ralph Hamers assumerà le redini della più grande banca privata del mondo come nuovo CEO.

Una cosa è già certa: non ci sarà un lavoro continuativo ufficiale per il Ticino che è entrato a far parte dell’istituto nel 2010 – andato è andato. Sarebbe stato concepibile un ruolo consultivo; ma ora UBS lascia scadere il contratto con Ermotti a fine ottobre, come ha confermato un portavoce di finews.ch . La fase di introduzione di nove settimane del successore di Hamer presso l’istituto termina il 1 ° novembre.

Accordo segreto

Inoltre finews.ch ha riferito che Ermotti era con il presidente di UBS Axel Weber lo scorso febbraio un accordo tra uomini d’onore – “gentleman’s agreement” a – ha discusso di come il suo futuro guarderà alla grande banca. Il contenuto dell’accordo è rimasto segreto, tuttavia. Si diceva del CEO che gli sarebbe piaciuto diventare membro del consiglio di amministrazione o addirittura presidente di UBS.

Solo due settimane dopo la nomina di Hamers, tuttavia, Swiss Re ha annunciato che avrebbe eletto Ermotti presidente. Il manager UBS seguirà Walter Kielholz il prossimo aprile se gli azionisti del più grande riassicuratore svizzero acconsentiranno alla sostituzione. Nel frattempo, Ermotti è già membro del Consiglio di amministrazione di Swiss Re.

Il banchiere con il reddito più alto in Europa

Non è chiaro se il mandato presso il riassicuratore si sarebbe preoccupato di un ulteriore impiego presso UBS. La grande banca e Swiss Re non sono concorrenti diretti; UBS collabora addirittura con la controllata di Swiss Re Iptiq nel settore della bancassicurazione. Tuttavia, vi sono crescenti critiche nei confronti dei membri multi-board tra gli investitori professionali, il cosiddetto overboarding è sempre più disapprovato.

Il dimissionario Ermotti era con uno stipendio totale di CHF 12,5 milioni l’anno scorso il banchiere più redditizio in Europa; Secondo il rapporto annuale di UBS, da quando ha iniziato ha guadagnato in banca più di 50 milioni di franchi svizzeri.