Segnalazioni di riciclaggio di denaroLa rotta di Deutsche Bank cala bruscamenteCriminali, oligarchi, terroristi come clienti: dopo le segnalazioni di possibile riciclaggio di denaro, le banche di tutto il mondo devono giustificare i loro fallimenti – con conseguenze.

Spiegal .de 21.9.20

Dopo i resoconti dei media internazionali di significativi fallimenti nella lotta al riciclaggio di denaro, il prezzo delle azioni di Deutsche Bank è crollato. Lunedì a mezzogiorno è crollato alla Borsa di Francoforte di oltre l’8%. L’indice azionario tedesco ( Dax ) ha perso più del tre percento rispetto al prezzo di chiusura venerdì.

Secondo documenti segreti del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti, che WDR, NDR e ” Süddeutsche Zeitung ” hanno riportato in Germania , diverse istituzioni finanziarie internazionali hanno accettato come clienti presunti mafiosi, truffatori e oligarchi sanzionati e hanno effettuato trasferimenti per miliardi di euro. Gli eventi menzionati nei cosiddetti “file FinCEN” a volte sono stati segnalati solo con molta esitazione e in alcuni casi con anni di ritardo.

La fuga di dati rende anche difficile spiegare a Deutsche Bank . Secondo gli investigatori statunitensi, i criminali russi e un riciclatore di denaro che lavora per gruppi terroristici avrebbero riciclato denaro attraverso la filiale di Mosca della Deutsche Bank.

Ma non solo Deutsche Bank sta lottando con le conseguenze del reporting globale, anche Commerzbank è sotto pressione. The Money House ha ora respinto le accuse di cattiva condotta nella lotta al riciclaggio di denaro. Gli argomenti menzionati nei “file FinCEN” sono noti e si basano su segnalazioni di attività sospette che Commerzbank ha inviato alle autorità di vigilanza per la maggior parte tra il 2010 e il 2016, ha affermato l’istituto.

I media avevano segnalato pagamenti sospetti da parte di Commerzbank, che ammontano a circa due miliardi di euro. Il prezzo delle azioni è crollato di oltre il 6% rispetto al prezzo di chiusura di venerdì.

Dal 2015, la banca ha aumentato il suo personale addetto alla gestione della conformità globale e ha investito più di 800 milioni di euro, ha affermato. “Oggi utilizziamo moderni sistemi di filtraggio e controllo per garantire continuamente che le transazioni sospette siano segnalate alle autorità responsabili e che l’azienda sia conforme ai requisiti normativi attualmente applicabili”.

L’opposizione vede “il fallimento dello stato su larga scala”

Nell’arena politica, a seguito delle rivelazioni sono emerse richieste di maggiori poteri per le autorità di controllo e sanzioni più severe. Il boss dell’SPD Norbert Walter-Borjans ha chiesto “regole finalmente trasparenti e sanzioni tangibili per le violazioni”. Ha criticato i giornali del gruppo mediatico Funke che la CDU e la CSU avrebbero bloccato i tentativi dell’SPD di fare “le categorie morali la linea guida per l’attività economica”.

Il portavoce della politica economica e finanziaria del Gruppo Verde al Parlamento europeo , Sven Giegold, ha definito “scandaloso che le principali banche internazionali consentano il riciclaggio di denaro su larga scala anche dopo la crisi finanziaria globale”. Secondo Giegold, i Verdi avvieranno un’audizione sulla fuga di dati nella nuova commissione fiscale del Parlamento europeo, vedono il fallimento dello Stato su larga scala.

“Dovrebbe essere particolarmente interessante quando esattamente quale delle banche coinvolte ha fatto affari discutibili per ultima”, ha detto Giegold.