Scandalo diamanti: chiusa indagine su altri 279 casi (MF)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Si chiude un altro filone dell’inchiesta sulla truffa dei diamanti. Il pm Grazia Colacicco ha notificato l’avviso di conclusione indagini dalle quali sono emerse 279 nuove vittime (oltre le 300 della precedente indagine) della truffa sulla vendita di diamanti. 

Il provvedimento, scrive MF, è stato notificato a 72 persone, molte già coinvolte nella prima tranche, tra cui, in qualità di indagati, compaiono i nomi di due ex amministratori delegati di Banca Aletti, Maurizio Faroni e Maurizio Zancanaro, oltre a quelli di dirigenti e dipendenti di banca e delle società che vendevano diamanti. Come si legge nell’avviso le banche, tra cui Banco Bpm-Banca Aletti e Mps, e le due società di diamanti (Dpi e Idb) avrebbero ottenuto «un ingiusto profitto derivante dalla conclusione dei contratti di acquisto di diamanti per un prezzo notevolmente superiore al reale valore della pietra (tra il 30 e il 50%, ma con picchi anche dell’80%)». Secondo alcuni documenti visionati da MF-Milano Finanza, Banca Aletti, per esempio, specificando la durata minima di sette anni dell’investimento, sottolineava un rendimento storico previsto del 50-80% superiore all’inflazione. Quanto ai profitti stimati dalla procura per questa indagine, dovrebbero essere oltre 165 milioni per Dpi e poco meno di 150 milioni per Idb. 

fch 

(END) Dow Jones Newswires

September 24, 2020 02:08 ET (06:08 GMT)