B.Carige: perdita di 97,8 mln in 5 mesi post amministrazione straordinaria

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

I primi cinque mesi della nuova gestione ordinaria di B.Carige (iniziata il 1* febbraio 2020) chiudono con una perdita netta pari a 97,8 milioni euro. 

In dettaglio, spiega una nota, il margine operativo lordo è negativo per 12 milioni e deriva da proventi operativi per 148,7 milioni e oneri operativi per 160,6 milioni. Tra i proventi, il margine di interesse, pari a 47,9 milioni, incorpora gli effetti delle articolate azioni di derisking che hanno ulteriormente accelerato il downsizing di cui è stato oggetto il Gruppo, con una flessione degli impieghi a clientela, passati ai 12,4 miliardi di fine giugno rispetto ai 15,5 miliardi di giugno 2019. 

Le commissioni nette, pari a 82,2 milioni risentono della dinamica delle commissioni attive, che si contraggono nelle componenti relative al collocamento di prodotti di terzi e in quelle legate all’operatività; quest’ultima è strettamente legata alla peculiare situazione indotta dal confinamento connesso alla pandemia Covid-19, che ha inciso sul comportamento dei clienti e sulla piena messa a terra della spinta commerciale. 2019 all’attuale 22,3%. L’apporto della gestione finanziaria corrente è pari a 12,2 milioni, a cui contribuiscono in particolare 10,6 milioni di dividendi quasi interamente riferiti alla partecipazione in Banca d’Italia (scesa oggi al 3,43% rispetto al 4,03% detenuto sino all’ottobre 2019). 

Gli oneri operativi si attestano a 160,6 milioni, le rettifiche di valore nette su crediti verso la clientela ammontano a 52,5 milioni, mentre il margine operativo netto risulta negativo per 66,7 milioni. 

Al risultato netto della gestione finanziaria non corrente, positivo per 7,7 milioni contribuiscono in particolare 5,5 milioni di plusvalenza legata alla citata cessione di titoli BTP di nominali 200 milioni, iscritti nel portafoglio HTC. Gli accantonamenti a fondo rischi sono pari a 6,2 milioni, sostanzialmente riconducibili a potenziali oneri relativi ad indennizzi che il Gruppo potrebbe essere chiamato a sostenere per il mancato raggiungimento di target commerciali contrattualizzati, resi ancora più sfidanti in seguito alla pandemia. 

Per quanto riguarda i coefficienti patrimoniali, il CET1 ratio phased-in e’ all’11,8%, il il Total Capital ratio phased-in al 13,8%, con un livello di RWA pari a 10,3 miliardi. Il Leverage Ratio phased-in è pari al 5,4% (4,2% fully phased). 

Le attività finanziarie intermediate, che includono la raccolta diretta e indiretta, ammontano complessivamente a 38,8 miliardi (38,3 miliardi al 31 gennaio 2020), in aumento, sia nella componente della raccolta diretta (a 16,5 miliardi rispetto ai 16,1 miliardi di fine gennaio), sia dell’indiretta (a 22,3 miliardi rispetto ai 22,2 miliardi di fine gennaio). 

Nel dettaglio, buona la performance della raccolta diretta da privati e imprese, che cresce a ?12,5 miliardi rispetto ai 12,0 di fine gennaio. La raccolta indiretta cresce grazie al risparmio amministrato (a 11,3 miliardi rispetto agli 11,1 di fine gennaio, trainato dalla componente connessa al portafoglio “Amissima”), che più che compensa la dinamica del gestito (10,9 miliardi rispetto agli 11,1 di fine gennaio, peraltro già in risalita a 11 miliardi fine luglio). 

I debiti verso le banche diminuiscono a 3,5 miliardi rispetto ai 4 di fine gennaio. I crediti verso clientela lordi valutati al costo ammortizzato ammontano a 12,1 miliardi rispetto ai 13,3 miliardi di fine gennaio. I crediti deteriorati lordi per cassa alla clientela valutati al costo ammortizzato ammontano a 0,7 miliardi (0,3 miliardi al netto delle rettifiche di valore), in riduzione dell’81,3% rispetto a giugno 2019. Nel dettaglio: le sofferenze lorde ammontano a 250,9 milioni, 74,4 milioni al netto delle rettifiche di valore, con un coverage pari al 70,3% (72,8% inclusi i write-offs). Le inadempienze probabili lorde sono pari a 352,6 milioni, 209,4 milioni netti, con un coverage del 40,6% (41,6% inclusi i write-offs). Le esposizioni scadute ammontano a 65,2 milioni lordi con un coverage pari al 18%. 

com/lab 

MF-DJ NEWS 

2916:11 set 2020 

(END) Dow Jones Newswires

September 29, 2020 10:14 ET (14:14 GMT)