La Rolls-Royce delle obbligazioni spazzatura è arrivataIl produttore britannico di motori a reazione deve pagare per ottenere un’eccezionale vendita di debiti. Forse avrebbe dovuto scaricare i suoi rating di credito.

Di 14 ottobre 2020, 12:10 CESTAggiornato il 14 ottobre 2020, 13:42 CEST Bloomberg.com

Rolls-Royce Holdings Plc, il famoso vecchio produttore britannico di motori a reazione, sta pagando il prezzo dei suoi recenti guai. Una vendita di obbligazioni da due miliardi di sterline ($ 2,6 miliardi) mercoledì – in dollari, euro e sterline – arriva con cedole molto più alte rispetto alle sue precedenti emissioni di debito. Si pentirà di aver perso il suo status di investimento all’inizio di quest’anno.

Tuttavia, la società ha ancora un interesse per il mercato del debito. Questa è la terza più grande vendita di obbligazioni spazzatura quest’anno e la domanda è stata elevata. A giugno, abbiamo avuto l’emissione di Fiat Chrysler Automobiles NV da 3,5 miliardi di euro ($ 4,1 miliardi) e un’obbligazione da 2,25 miliardi di euro per finanziare l’acquisizione di private equity di ThyssenKrupp Elevators.

Un nome di alto profilo come Rolls-Royce avrebbe potuto cavarsela ancora meglio abbandonando i suoi rating di credito e facendo affidamento sul riconoscimento del suo marchio per attirare investitori con un coupon meno succoso. Questa è un’opzione abbastanza comune per gli emittenti di obbligazioni che non sono soddisfatti dei loro rating e ritengono di poter discutere un caso migliore direttamente con il mercato, specialmente come un ” angelo caduto ” che viene indebitamente punito a causa della pandemia.

Nonostante abbia ancora un rating BB, verso l’estremità superiore dei rating spazzatura, S&P Global ha posto Rolls-Royce sotto controllo negativo per un altro downgrade. Ciò significa che deve offrire un premio sostanziale al suo debito esistente per attirare nuovi investitori ad alto rendimento.

In tutta onestà con le società di rating, i problemi del produttore britannico sono precedenti all’impatto catastrofico del Covid-19 sull’aviazione. Il mio collega Chris Bryant ha spiegato in dettaglio come Rolls-Royce stava inciampando in anticipo. Questa offerta di obbligazioni è l’ultimo passo nei suoi piani di rifinanziamento dopo un aumento di capitale di due miliardi di sterline e sono già in atto fino a cinque miliardi di sterline di prestiti governativi e bancari. Dopo aver raddoppiato l’importo che voleva raccogliere dai mercati obbligazionari, la società ha dovuto offrire un rendimento maggiore.

L’ultima grande emissione di obbligazioni di Rolls-Royce, una scadenza di 10 anni in euro venduta nel 2018, ha avuto una cedola di appena l’1,625%, anche se il rendimento è salito oltre il 4% durante la pandemia. La nuova emissione di euro di questa settimana è stata offerta inizialmente al 5,25%, ma al prezzo del 4,625%. Una domanda altrettanto forte ha anche consentito ai lead manager di “introdurre” le cedole finali sulle nuove banconote in dollari e sterline di 50 punti base al 5,75%. 

Anche se questo avrebbe potuto essere anche peggio, è ancora doloroso per uno degli ultimi nomi industriali blue chip della Gran Bretagna. Rolls-Royce ha bisogno di una riserva di liquidità quanto più ampia possibile per superare questa crisi, ma dover pagare una cedola tre volte superiore a quella che si era assicurata solo due anni fa renderà la sua risalita più difficile.

Rolls-Royce ha pagato un prezzo molto alto per garantire l’accesso ai mercati dei capitali. I suoi costi di interesse sono appena aumentati, ma almeno si sta acquistando un po ‘di respiro.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.