Julius Baer: Felice scrittore di buona volontà presso la filiale italiana

Finews.ch 19.10.20

La banca Julius Baer vuole iniziare con la sua controllata italiana Kairos. Tuttavia, questo richiede ancora una ripida copia. E presto verrà nominato un nuovo CEO.

Dopo una fase di stabilizzazione presso il gestore patrimoniale e patrimoniale Kairos Investment Management (Kairos), che appartiene al gruppo Julius Baer, ​​sono stati sviluppati un piano aziendale aggiornato e un nuovo assetto proprietario imprenditoriale, come annunciato lunedì dalla Zürcher Bank .

Alcuni dei principali gestori degli investimenti di Kairos diventerebbero azionisti di minoranza, mentre Julius Baer manterrebbe una quota del 70%, ha affermato. Sotto la guida di un nuovo CEO che sarà presto nominato, il team svilupperà e implementerà il piano aziendale rivisto.

Meno scarichi

Con questi passaggi, è stata creata una solida base per il successo a lungo termine rinnovato e sostenibile di Kairos, scrive Julius Baer.

I deflussi dell’asset manager milanese Kairos si sono indeboliti negli ultimi mesi, tanto che a fine settembre 2020 il patrimonio gestito ammontava a circa 5 miliardi di franchi svizzeri.

Un altro copista

Tuttavia, alla luce dei risultati aziendali di Kairos e del piano industriale riallineato, che riflette anche le incertezze economiche che circondano i possibili effetti della crisi del Covid-19, Julius Baer annuncia che l’avviamento sull’investimento di Kairos sarà ulteriormente ammortizzato e l’ammortamento del restante Il valore delle relazioni con i clienti derivante da questo investimento in Cairos viene accelerato.

Ciò porta a una cancellazione di 177 milioni di euro o 190 milioni di franchi, che si rifletterà nel risultato finanziario IFRS 2020 di Julius Baer. Alla fine del 2019, l’istituto di Zurigo aveva cancellato quasi 100 milioni di franchi