N26 introduce interessi di mora sui beni da 50.000 euro

Finanz-szene.De 21.10.20

Di Christian Kirchner

La Berlin Neobank N26 prevede di introdurre un tasso di interesse penale dello 0,5% sui saldi superiori a 50.000 euro. Ciò emerge da una corrispondente modifica del listino prezzi e servizi del 19 ottobre 2020. Una nota corrispondente è recentemente apparsa anche sul sito web della fintech miliardaria: “Per depositi superiori a 50.000 euro, può essere applicata una commissione di custodia dello 0,5% all’anno”. Tuttavia, gli interessi di mora dovrebbero applicarsi solo ai nuovi clienti, non ai clienti esistenti. Un portavoce di N26 ha confermato l’introduzione, ma ha sottolineato che i conti premium chiamati “Metal” sarebbero stati esclusi dalla nuova tariffa. Dovrebbe quindi entrare in vigore da novembre.

La misura è sorprendente, perché finora le banche dirette senza filiali come la tedesca ING, la DKB o la Consorsbank tendono a trattenersi con misure punitive sugli interessi, a differenza delle filiali tradizionali come la Deutsche Bank, la Commerzbank o la Sparkassen e la Volksbanken. E anche rispetto a tali case, il limite di 50.000 euro sembra essere scelto in modo abbastanza aggressivo: in Germania, le spese di custodia sono usuali solo da 100.000 euro (il Comdirect parte da 250.000 euro). Secondo una valutazione del portale dei consumatori Biallo, solo 23 istituti in questo paese si trovavano a una soglia di 50.000 euro o inferiore, oltre la quale addebitano interessi di mora.

Su richiesta di FinanzSzene.de ieri, N26 non ha voluto fornire alcun dettaglio sui motivi. Secondo i circoli vicini all’azienda, le ragioni principali delle misure sorprendenti sono due:

  1. N26 deve anche far fronte a volumi di deposito sempre più elevati, depositi per i quali il fintech è poco utilizzato, poiché difficilmente si occupa di attività di prestito tradizionale. Visto dall’esterno, questo sviluppo è una sorpresa. Perché finora, N26 è stata considerata una tipica seconda banca a cui i clienti affidano relativamente pochi soldi. È cambiato davvero qualcosa in questo? Difficile da dire. Dopo tutto, è indiscusso che l’accumulo di depositi a vista presso le banche tedesche è nuovamente accelerato dopo la crisi della Corona. Solo nel secondo trimestre, le attività sotto forma di contanti e depositi a vista nelle famiglie private tedesche sono aumentate di 75 miliardi di euro, secondo i dati della Bundesbank, vale a dire quasi 1 miliardo di euro al giorno.
  2. Inoltre, secondo le informazioni di Finanz-Szene.de, N26 vuole offrire un conto call money con un tasso di interesse positivo da novembre. Dovrebbe aiutare a ottenere i fondi indesiderati fuori dal bilancio. L’interesse penale è un mezzo efficace per trasferire i fondi dei clienti dal conto corrente a tali prodotti e anche un piccolo bonus di commissione sarebbe bloccato. Non è chiaro se Neobank stia offrendo il nuovo prodotto da sola o con un partner. È ipotizzabile un’espansione della collaborazione con Raisin (“Weltsparen”), in corso dal 2017.

Per metterlo in prospettiva: secondo l’ultimo rapporto annuale pubblicato, N26 aveva “passività verso i clienti” di 1.075 milioni di EUR alla fine del 2018. Poiché la banca all’inizio del 2019 parlava di 2,3 milioni di clienti, il saldo medio del periodo in quel momento era di circa 470 euro per cliente o conto.