L’iconica Testarossa della Ferrari continua a vivere dopo la rissa del marchio

Di 22 ottobre 2020, 10:18 CESTAggiornato il 22 ottobre 2020, 12:24 CEST Bloomberg.com

  • La casa automobilistica mantiene il diritto di nominare anche dopo che il modello è stato interrotto
  • Il tribunale tedesco ha precedentemente annullato il diritto per mancanza di utilizzo

Ferrari NV ha vinto una sentenza del tribunale dell’Unione Europea sui suoi diritti di mantenere un marchio tedesco per il nome della sua vettura sportiva Testarossa.

Un marchio per un prodotto fuori produzione, come l’iconico Testarossa, rimane valido fintanto che il proprietario fornisce servizi o rivende beni di seconda mano con il nome, ha stabilito giovedì la Corte di giustizia dell’UE in Lussemburgo.

Il nome Testarossa ricorda una delle famose auto sportive da corsa della Ferrari negli anni ’50, chiamata Testa Rossa. Entrò in produzione nel 1984 e fu interrotto nel decennio successivo. Testarossa significa testa rossa in italiano e descrive i coperchi degli alberi a camme rosso vivo delle auto.

Il nome è stato oggetto di cause legali in Germania, dove tre anni fa un tribunale ha revocato il marchio, sostenendo che non era stato utilizzato correttamente da anni.

La casa automobilistica ha rifiutato di commentare la sentenza.

Un tribunale tedesco nel 2018 ha chiesto ai giudici dell’UE di definire cosa si intendesse effettivamente per “uso effettivo” nelle regole sui marchi del blocco e come avrebbe influenzato un caso come quello della Ferrari. Le sentenze dei tribunali superiori dell’UE sono vincolanti per i tribunali nazionali.

Le custodie sono: C-720/18, C-721/18, Ferrari.