Aston Martin: esce Bonomi ma Daimler sale al 20% (MF)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Cambia fisionimia in pochi giorni l’azionariato di Aston Martin. Se da un lato Andrea Bonomi ha deciso di abbandonare la nave, sono arrivati segnali di fiducia da Daimler che ha annunciato di voler incrementare la propria partecipazione fino al 20%. 

Il patron di Investindustrial, come emerge dall’ultima notifica inviata alle autorità di vigilanza Uk, ha azzerato la quota nella casa di Gaydon (prossima all’esordio in F1) detenuta tramite il fondo di private equity sin dal 2012, quando entrò in possesso del 37,5% per 150 milioni di sterline. Le cose non sono andate come prospettato in sede di quotazione due anni fa, facendo sfumare lentamente l’ambizione di replicare il successo Ferrari. Così, dalla valutazione di 4 miliardi in sede di ipo, Aston Martin è arrivata, dopo numerosi profit warning, a una capitalizzazione di 900 milioni di sterline, che tiene conto di un’iniezione di 500 milioni. Certo, la mossa di Bonomi non è un fulmine a ciel sereno, considerando che lo scorso giugno era sceso al 14,99% dal 19,92%. 

fch 

(END) Dow Jones Newswires

October 28, 2020 03:42 ET (07:42 GMT)