Deutsche Bank Rebound fa affidamento più che mai su Trading Unit

Di 28 ottobre 2020, 13:24 CET

  • L’aumento nel commercio del debito batte tutti i pari di Wall Street tranne uno
  • Ma la banca aziendale al centro della strategia del CEO si restringe

Cinque trimestri in una ristrutturazione storica di Deutsche Bank AG che mirava a enfatizzare il prestito e ridurre la dipendenza dal trading, l’amministratore delegato Christian Sewing dipende dall’unità di titoli come lo è sempre stato.

Il più grande prestatore della Germania mercoledì ha riportato un balzo del 47% nel commercio del debito, battendo finora tutte le grandi banche di investimento tranne una e spingendo Sewing a migliorare le prospettive per la banca di investimento. La spinta ha spinto l’azienda a un inaspettato profitto nel terzo trimestre, anche se la banca aziendale attorno alla quale il CEO ha costruito la sua strategia ha continuato a ridursi tra i tassi di interesse negativi e l’aggravarsi della pandemia.

La performance suggerisce che Deutsche Bank, che ha ancora uno dei più grandi sportelli a reddito fisso in Europa, è stata in grado di invertire una perdita di quota di mercato in un’attività chiave che era stata danneggiata da anni di tagli frammentari. Ma con la banca di investimento che ha contribuito con il 40% delle entrate finora quest’anno, più di quando Sewing è subentrato, alcuni analisti hanno messo in dubbio quanto sia sostenibile l’inversione di tendenza una volta che i mercati si normalizzeranno.

“La performance commerciale di Deutsche Bank è stata positiva, ma le prospettive per la banca sono incerte fintanto che l’impatto economico della pandemia rimane imprevedibile”, ha detto Sonja Forster, analista presso il fornitore di rating del credito DBRS.null

Deutsche Bank ha stanziato 273 milioni di euro per sofferenze nel trimestre, leggermente inferiore a una precedente previsione di 300 milioni di euro. L’istituto di credito nei trimestri precedenti ha accantonato meno di molti concorrenti per la pandemia, citando la qualità del suo portafoglio di prestiti e la sua esposizione alla Germania, che ha rilasciato enormi aiuti governativi per sostenere la sua economia.

Le azioni di Deutsche Bank hanno oscillato tra guadagni e perdite, scendendo fino al 5,1% nelle prime negoziazioni di Francoforte insieme al mercato più ampio, prima di rimbalzare al 2,2% entro le 12:03

Il risultato della negoziazione del debito si confronta con i guadagni di circa il 25% per le più grandi banche di Wall Street. Solo Goldman Sachs Group Inc. ha fatto meglio, con un aumento del 49%. Sewing ha detto all’inizio di quest’anno che il trading rallenterà nella seconda metà, ma alcune di queste previsioni non si sono avverate.

“Non solo abbiamo dimostrato una continua disciplina dei costi, ma anche la nostra capacità di guadagnare quote di mercato”, ha detto mercoledì in una dichiarazione. L’unità di titoli continua a comportarsi bene in modo che i ricavi saranno “significativamente più alti” per l’intero anno, ha detto il prestatore, sollevando una precedente guida che richiedeva solo maggiori entrate per l’attività.

Finora quest’anno, la crescita nel commercio del debito aveva seguito la concorrenza anche se ha beneficiato del rally, anche se il terzo trimestre ha interrotto quella serie. Sewing, che è anche a capo della banca d’affari, ha affermato che la divisione è solo in parte guidata dal mercato vivace e in parte a causa dei cambiamenti apportati sotto la sua guida.

Cifre chiave del terzo trimestre di Deutsche Bank

in milioni di euro ad eccezione del CET13Q effettivoStima 3QEntrate del gruppo5.9385.576Entrate della banca di investimento2.3651.850- di cui negoziazione FIC1.8021.390Entrate della banca aziendale1.2541.300Accantonamenti per crediti273371Coefficiente CET113,3%13,1%

È “un buon insieme di risultati”, hanno scritto in una nota gli analisti di Citigroup Inc., incluso Andrew Coombs. Tuttavia, è improbabile che lo scenario del settore dell’investment banking sia altrettanto favorevole per Deutsche Bank nel 2021 “.

L’anno scorso la banca ha svelato la sua più grande ristrutturazione degli ultimi due decenni, uscendo dal commercio di azioni e tagliando la più ampia operazione a reddito fisso. Sewing, un ex banchiere aziendale, aveva inizialmente pianificato tagli più aggressivi al trading, ma riponeva le sue speranze sull’attività quando divenne chiaro che i tassi di interesse negativi avrebbero pesato più a lungo sulle altre operazioni della banca.

Nel 2018, l’anno in cui Sewing ha preso il sopravvento, la banca d’investimento ha contribuito per circa il 30% alle entrate totali, più o meno lo stesso dell’anno scorso. Finora nel 2020, l’unità ha realizzato ricavi per 7,4 miliardi di euro, più che in tutto il 2019. La banca aziendale, che Sewing è scoppiata come attività separata nell’ambito del suo rinnovamento, ha realizzato 3,9 miliardi di euro, circa l’1% in meno rispetto a lo stesso periodo dell’anno scorso.

Il commercio del debito “ha continuato a moderare in ottobre, ma l’ambiente è ancora favorevole”, ha detto in un’intervista James von Moltke, chief financial officer di Deutsche Bank. “Nelle altre attività ci aspettiamo condizioni stabili nel quarto trimestre rispetto al terzo”.

Cosa dice Bloomberg Intelligence:

C’è una maggiore fiducia nella franchise ristrutturata di Deutsche Bank, riteniamo, dopo che i ricavi di negoziazione di FICC hanno ottenuto un 43% rettificato su base annua, insieme a una crescita del 15% nelle commissioni di origination e di consulenza che hanno superato il consenso. Sono stati registrati anche progressi in termini di capitale, costi e riduzioni più modeste degli asset non core. Un aumento del 49% dei ricavi da negoziazione FICC (in dollari) corrisponde al principale aumento di Goldman Sachs, superando il balzo complessivo del 25% per i colleghi statunitensi.

FICC Blowout di Deutsche, aumento del guadagno delle commissioni necessario slancio: reagire

Alison Williams, analista finanziario

I mercati hanno premiato il rimbalzo degli scambi, rialzando del 17% quest’anno le azioni di Deutsche Bank, la migliore tra i principali istituti di credito europei. La sovraperformance riflette anche il fatto che altre banche sono state duramente colpite da un divieto de facto in Europa sul pagamento dei dividendi, mentre Deutsche Bank non aveva pianificato un pagamento durante la ristrutturazione.

Le azioni sono ancora in calo di oltre il 90% rispetto al picco del 2007 e scambiano a circa un terzo del valore delle attività sui libri contabili della banca.

La qualità del portafoglio prestiti della banca potrebbe essere testata nei prossimi mesi, poiché la cancelliera Angela Merkel sta spingendo per frenare più duramente i movimenti e i contatti, compresi i bar di chiusura, i ristoranti e le strutture per il tempo libero, secondo un progetto di documento informativo del governo federale ottenuto da Bloomberg. Il documento costituirà la base per le discussioni con i premier regionali mercoledì più tardi, prima che la Merkel tenga una conferenza stampa per annunciare le misure concordate.

Istituti di credito tra cui UBS Group AG , Banco Santander SA e HSBC Holdings Plc hanno segnalato che sono pronti a riprendere i dividendi o riacquistare azioni una volta che le autorità di regolamentazione revocano le restrizioni. Il loro ottimismo contrasta con gli avvertimenti dei governi europei secondo cui nuovi blocchi potrebbero diventare inevitabili se non riescono ad arginare l’aumento delle infezioni. I regolatori bancari europei, che si stavano avvicinando alla revoca di un divieto de facto sui dividendi, sono sempre più preoccupati per il peggioramento delle prospettive economiche.

– Con l’assistenza di Nicholas Comfort, Donal Griffin e Daniel Schaefer