Perché Deutsche Bank assume 45 banche di investimento ogni settimana?

Finanz-szene.de 3.11.20

Di Christian Kirchner

In realtà, l’accordo era (almeno è così che lo intendevamo): i banchieri di investimento lo strapperanno di nuovo quest’anno alla Deutsche Bank, ma ciò non cambia il fatto che la loro importanza continuerà a diminuire nel medio termine. Perché l’obiettivo strategico resta invariato: nel 2022 (quando sarà completata la ristrutturazione radicale del più grande istituto finanziario tedesco) due terzi dei ricavi dovrebbero provenire dai settori “difensivi” e solo un terzo dall’investment banking. Era così, no?

Ma: perché Deutsche Bank ha creato circa 45 nuovi posti di lavoro nel net investment banking tra luglio e settembre, come ha calcolato FinanzSzene.de? O, in altre parole: perché, in soli tre mesi, ha, in termini semplici, accumulato il 56% dei posti di lavoro che aveva ridotto a conti fatti nei 15 mesi precedenti? Mmmhhh.

Ora devi mettere tutto in prospettiva. Perché due anni fa quattro dipendenti di Deutsche Bank su dieci erano ancora in investment banking; al giorno d’oggi (nonostante il recente accumulo di posti di lavoro) sono ancora due su dieci. Come è noto, il più grande istituto finanziario della repubblica ha chiuso / venduto interi reparti (come il business azionario statunitense) o li ha spostati in altre unità (come Transaction Banking, che ora fa parte della banca aziendale). Nella chiamata degli analisti in occasione dei dati del terzo trimestre della scorsa settimana, il CEO Christian Sewing ha così riassunto: “Le principali riduzioni sono state fatte nel 2019” .

In altre parole: Deutsche Bank non ha più bisogno di fare grandi investimenti (a differenza di altre aree) nell’investment banking. Ma questo significa che deve ricominciare ad adattarsi adesso?

In qualche modo avrebbe senso. Certamente non nell’ambito della prospettiva “un terzo, due terzi” pubblicata lo scorso anno in relazione al 2022 (vedi sopra). Ma da qui e ora. Perché, giusto per ricordare: i banchieri di investimento hanno realizzato un profitto di 957 milioni di euro tra luglio e settembre. In relazione alla banca centrale, ciò significava che per ogni quattro euro guadagnati, tre ne provenivano. E anche quattro su cinque in una prospettiva di nove mesi:

Non è ovvio che Deutsche Bank (2022 o no) stia semplicemente facendo un altro passo avanti nell’investment banking? Anche se non può dirlo ad alta voce perché potrebbe sembrare un po ‘opportunista?

Beh, lo dice dolcemente. Perché nel report Q3 in lingua inglese, un po ‘nascosto a pagina 25 , si parla in realtà di “assunzioni selettive” in relazione all’investment banking. È questa la prova della “tesi del gas”?

No!!!

Secondo il CFO James von Moltke nella chiamata di analisi della scorsa settimana, le impostazioni sono state effettuate in aree come “Anti-Financial Crime” o “Know Your Customer”. Quindi niente spacciatori e certamente niente giocatori d’azzardo. Ma un buon personale di back-office. In risposta ad una richiesta esplicita di FinanzSzene.de ieri, Deutsche Bank ha ammesso che almeno le “assunzioni selettive” erano essenzialmente legate al front office. Tuttavia: queste aggiunte “selettive” non sono state responsabili della crescita netta – in realtà proveniva dal back office. Si parla di “una maggiore allocazione dei dipendenti delle infrastrutture”. E da una “internalizzazione di dipendenti precedentemente esterni; soprattutto in IT e in KYC (che ovviamente vengono poi suddivisi in base alle aree). “

Dovresti crederci? Purtroppo, Deutsche Bank non fornisce una ripartizione più precisa.