Il magnate cinese chiede 500 milioni di dollari a UBS

Finews.ch 6.11.20

UBS è da tempo in conflitto con Guo Wengui, un dubbioso magnate cinese. L’ex cliente con contatti con Steve Bannon chiede $ 500 milioni indietro dalla principale banca svizzera. Ora ha trovato un tribunale che ha accettato la sua causa.

L’uomo d’affari cinese Guo Wengui , che vive in esilio negli Stati Uniti, ha intentato una causa contro UBS per un importo di mezzo miliardo di dollari di risarcimento a Londra, come ha riferito venerdì l’ agenzia di stampa Bloomberg . Negli Stati Uniti, Guo sta già sfoggiando la sua causa. Ma di cosa si tratta?

Guo accusa la banca svizzera di aver perso 500 milioni di dollari a causa di una richiesta di margine. In particolare: nel 2015 ha acquistato una quota sostanziale del broker di Hong Kong Haitong Securities con un prestito UBS. Un massiccio crollo delle azioni Haitong in borsa ha innescato una richiesta di margine presso UBS.

Personaggio illustre con contatti con Steve Bannon

Guo ora afferma che le richieste di margine non erano espressamente incluse nei contratti di prestito. UBS contraddice questa rappresentazione in una dichiarazione e vuole difendersi da essa con tutti i mezzi.

Il magnate cinese è una figura illustre: è amico intimo dell’ex consigliere e responsabile della campagna di Donald Trump , il contestato Steve Bannon . Bannon era sullo yacht di Guo la scorsa estate quando è stato arrestato per appropriazione indebita di fondi.

Recentemente , i resoconti dei media hannorivelato come Guo e Bannon abbiano utilizzato la propria rete di media per diffondere false informazioni e teorie del complotto su Hunter Biden , il figlio del possibile futuro presidente degli Stati Uniti Joe Biden .

Appartenenza al Donald Trump’s Golf Club

Guo è anche membro del golf club Mar-a-Lago dell’attuale presidente degli Stati Uniti Trump. Ha deciso di non estradare Guo alle autorità cinesi dopo aver appreso della sua appartenenza.

Guo, che ha fatto fortuna nel settore immobiliare, è fuggito negli Stati Uniti nel 2014 dopo aver ripetutamente parlato di corruzione dilagante in Cina. Ha comprato un appartamento a Manhattan per più di 67 milioni di dollari. Per il “New York Times” è stato ritratto come un “misterioso miliardario”.

È andato in modo spettacolare

Tuttavia, non è chiaro se Guo sia ancora un miliardario dopo l’investimento spettacolarmente sbagliato di Haitong. La rivista economica “Forbes” aveva tracciato il caso nel 2017: secondo il magnate voleva acquistare azioni Haitong per circa un miliardo di dollari. Ha poi affermato che UBS lo aveva persuaso a finanziare l’investimento con l’aiuto di un prestito della banca e ad effettuare l’acquisto tramite la società di investimento semistatale Haixia Capital.

Nel luglio 2015, con l’intensificarsi delle turbolenze sulla borsa di Hong Kong, le azioni di Haitong sono crollate di oltre il 35% in pochi giorni. UBS ha emesso la richiesta di margine e ha chiesto a Guo di aggiungere $ 200 milioni entro 24 ore.

UBS ha lanciato le azioni sul mercato

Tuttavia, Guo non poteva pagare. Di conseguenza, accadde qualcosa che fece notizia in tutto il mondo: azioni Haitong per un valore di 800 milioni di dollari furono improvvisamente sul mercato con uno sconto del 20 percento.

Il corso di Haitong è crollato di nuovo. Gli investitori cinesi hanno anche venduto i documenti di altri broker e società: le borse cinesi sono crollate. In un breve periodo di tempo, più di tre trilioni di dollari in fondi di investimento furono distrutti.

UBS aveva avviato essa stessa la “svendita” delle azioni Haitong perché temeva di dover cancellare il prestito a Guo. Secondo i documenti del tribunale, Guo ha ricevuto $ 4,7 milioni da UBS. I suoi $ 500 milioni, tuttavia, sono andati a flauti.