Bper: stringe sulle filiali di Ubi (MF)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Se il successo dell’aumento di capitale da 802 milioni è stato salutato favorevolmente dal mercato e dai soci, a partire dalla Unipol di Carlo Cimbri, Bper è pronta a chiudere l’integrazione delle filiali di Ubi e di Intesa Sanpaolo. 

Secondo quanto risulta a MF-Milano Finanza, in settimana il consiglio di amministrazione dovrebbe riunirsi per determinare il perimetro definitivo dell’operazione attesa al closing per l’inizio dell’anno prossimo. L’accordo raggiunto nei mesi scorsi (e già autorizzato dall’Antitrust) prevede che Modena acquisti 532 sportelli e 26 miliardi di crediti, ampliando così notevolmente la propria presenza in Nord Italia a partire dalla Lombardia. Per le filiali ex Ubi il closing dovrebbe arrivare alla fine di febbraio con la migrazione dei sistemi informativi in scaletta per l’ultimo weekend del mese, quello del 27-28 febbraio, mentre per i residui sportelli ex Intesa la scadenza è fissata per la fine del primo semestre. 

Di fatto, il processo appare ormai incardinato. Se l’integrazione della rete commerciale Ubi-Intesa sarà l’impegno principale di Bper per i prossimi mesi, a Modena si ragiona già su altre partite. In tempi brevi potrebbe arrivare l’ok della Vigilanza alle modifiche statutarie necessarie per rinnovare il cda. A quel punto la palla passerà all’assemblea straordinaria che dovrebbe approvare il nuovo assetto di governance tra la fine dell’anno e l’inizio del 2021. 

fch 

(END) Dow Jones Newswires

November 10, 2020 02:28 ET (07:28 GMT)