Il più grande lancio di prodotti di sempre: Commerzbank carica l’eco-bazooka

finanz-scene.de 10.11.20

Di Christian Kirchner

Sembrava una di quelle comuni esagerazioni sui social media. “Con #klimaVest abbiamo il potenziale per scrivere la storia di Commerz Real AG”, ha dichiarato la scorsa settimana Johannes Anschott, CEO ad interim della suddetta sussidiaria di Commerzbank, con un leggero disprezzo delle regole virgola applicabili su LinkedIn. Ovviamente subito sono arrivati ​​i soliti applausi. “Ben fatto”, ha commentato un follower. “Grazie per l’opportunità di supportare”, ha detto un altro. Un terzo ha mostrato i pollici in su. E un quarto ha scritto: “Questo è il fondo giusto al momento giusto”.

Il “fondo giusto al momento giusto” era in un certo senso effettivamente vero. Dopo tutto, Coba e la sua controllata Commerz Real stanno raggiungendo la stessa linea con il fondo “Klimavest” che molte altre banche, gestori patrimoniali e, naturalmente, fintech stanno facendo in questi giorni. Motto: il denaro è il nuovo verde. Ciò che non era del tutto vero, tuttavia, era l’affermazione che il “Climate Vest” aveva il potenziale per ” scrivere la storia per Commerz Real” .

Perché: la presunta esagerazione era in realtà un eufemismo. Il “Klimavest” sarà probabilmente il lancio di prodotti di gran lunga più ambizioso di tutti i tempi, e non solo per Commerz Real. Ma per Commerzbank nel suo insieme!

In cifre: secondo un annuncio ufficiale, il “Klimavest” raccoglierà dieci miliardi di euro di equity. Compreso il capitale esterno, può spostare fino a 25 miliardi di euro. Questo è 2,4 volte il volume della prima grande IPO di Telekom nel 1996. E 2,6 volte il volume di “Uniglobal Vorsorge”, il fondo azionario Riester di Union Investment con i suoi due milioni di clienti cooperativi.

Il “Klimavest” è stato approvato per la vendita dal 28 ottobre – sotto la struttura poco conosciuta di un cosiddetto ELTIF (Fondo europeo di investimento a lungo termine). Il “lungo termine” può essere inteso letteralmente: il termine dovrebbe durare fino al 2070. Il denaro raccolto deve confluire in parchi eolici, infrastrutture sostenibili, mobilità verde o persino piantagioni di rimboschimento. “Impact funds” è lo slogan, rendimenti dopo i costi per gli investitori: Commerz Real ha promesso dal tre al quattro per cento all’anno, a partire da 10.000 euro (inizialmente solo investitori facoltosi).

Le filiali di Commerzbank hanno lavorato molto per settimane, ci risulta. Coba si è assicurata il monopolio delle vendite almeno fino alla fine di febbraio. Quindi, al più presto, possono aderire anche distributori di terze parti. È già chiaro che quando si tratta di commissioni, il “Klimavest” è il sogno di un capo di banca, perché le vendite e l’amministrazione sono sotto lo stesso tetto: quello di Commerzbank. Un paio di classificazioni:

  • Alla Commerzbank, il costo del fondo è fino al 4% di sovrattassa di emissione (che va alle vendite) più attualmente circa il 2,42% dei costi annuali totali basati sulle attività del fondo. Secondo il prospetto, tuttavia, sono possibili fino al 5% di sovrattassa di emissione e fino al 2,85% di costi totali all’anno. La pura commissione di gestione di questo: fino all’1,8% all’anno, di cui un terzo va a Commerzbank AG quando le filiali di Commerzbank mediano il festival del clima. Per motivi di buon ordine: quando richiesto, Commerz Real ti informerà che inizialmente addebiterà l’1,25%, di cui circa lo 0,42% affluirà annualmente a Commerzbank sul volume mediato. Commerzbank ha quindi aumentato lo 0,3% annuo dai fondi di bordo in modo che il prodotto possa essere effettivamente venduto anche nell’area di Commerzbank.
  • Se Coba riuscisse a collocare da sola i 10 miliardi di euro (cosa che non sembra essere pianificata), circa 400 milioni di euro usciranno in commissioni di vendita una tantum sul carico di front-end e nuovamente – a seconda della commissione di gestione – da 42 a 60 milioni di euro internamente il patrimonio del fondo a Commerzbank.
  • Naturalmente, non accadrà in questo modo: in primo luogo, i supplementi di emissione sono già inclusi in alcuni modelli di deposito. E, in secondo luogo: i 10 miliardi di euro pianificati e molto ambiziosi non possono essere raccolti interamente senza distributori di terze parti. E potrebbe volerci un po ‘di tempo prima di raggiungere l’importo target. Commerz Real non nomina traguardi specifici, anche se ovviamente ci sono “scenari interni”, come riporta su richiesta. Ma: anche con l’attività che alla fine dovrebbe arrivare tramite le vendite dei partner, Commerz Real può fare una grande ruota con la classica commissione di gestione fino all’1,2%, in particolare altre remunerazioni e costi di transazione, e il profitto che realizza del 100% annuo. a Commerzbank (vedi sotto) potenzialmente aumentare.

Certo, dal punto di vista di un investitore, l’intera faccenda non è così redditizia:

  • La “Riduzione del rendimento” – l’onere dei costi che deriva dall’importo dell’investimento nel primo anno dopo l’acquisto – è indicata nelle brochure del fondo come 7,42%. Nel corso del (periodo minimo di detenzione consigliato) di cinque anni, secondo le cosiddette informazioni di base, l’onere aumenta addirittura al 17,1%. In altre parole: un sesto del denaro investito viene speso in costi nei primi cinque anni, compresi i costi di transazione, che vengono però ammortizzati. Se fossimo dei sostenitori dei consumatori, ci verrebbe quasi l’idea di essere un po ‘sorpresi, anche alla luce della storia movimentata di investitori privati ​​tedeschi con investimenti in asset reali in un fondo. Tuttavia, i costi effettivi possono variare.

Tuttavia, l’attenzione di FinanzSzene.de non è tradizionalmente sui sostenitori dei consumatori, ma sulle banche. Ma anche da questa prospettiva, l’eco-bazooka solleva alcune domande:

  • In passato, Commerzbank ha ripetutamente sottolineato che l’indipendenza della consulenza e la soddisfazione del cliente sono gli standard applicabili – è ancora così?
  • In questo contesto: non era solo un jingle quando Commerzbank enfatizzava l’indipendenza della consulenza e (a differenza di Sparkassen o Genos, ad esempio) in realtà faceva molto affidamento su prodotti di terze parti. Promemoria: il finanziamento della costruzione è stato istituito in collaborazione con Interhyp, indipendente dal fornitore; la società di fondi interna Cominvest è stata acquistata da Allianz; la produzione interna di ETF e certificati è andata a Société Générale (con il risultato, presumibilmente apprezzato dai sostenitori dei consumatori, che Commerzbank, in qualità di ex leader di mercato nel mercato dei derivati ​​al dettaglio, si è trasformato in un attore che era anche in esecuzione). Applica più adesso tutto?

Commerzbank nega ciò su richiesta: “No, Klimavest non rappresenta un allontanamento dall’architettura del fondo aperto di Commerzbank. Commerzbank continua a offrire prodotti di altre società, come Fidelity, AGI, Blackrock e altre. È un prodotto non ancora disponibile sul mercato. E una cosa, ovvero l’indipendenza nella consulenza, non esclude l’altra, ovvero l’offerta di un impact fund interno, sul quale riceviamo feedback molto positivi dal nostro reparto commerciale “.

In ogni caso, nel contesto “Klimavest”, diventa chiaro il motivo per cui Commerzbank finora non si è separata da almeno una filiale di prodotto, ovvero Commerz Real. Perché anche se c’è sempre un sacco di pettegolezzi là fuori (e anche qui su FinanzSzene.de) su Comdirect e la mBank polacca … una mucca da soldi affidabile tra le filiali di Coba è: Commerz Real:Trasferimento di profitto201483 milioni di euro2015110 milioni di euro2016186 milioni di euro201782 milioni di euro201899 milioni di euro2019127 milioni di eurototale687 milioni di euro

Questi profitti sono tanto più sorprendenti se si considera che Commerz Real ha recentemente gestito asset per un valore di 34 miliardi di euro. Con un massimo di 10 miliardi di euro del “Klimavest” (basato esclusivamente sul patrimonio netto), il patrimonio gestito potrebbe quindi essere aumentato fino al 30% in termini puramente matematici. O per dirla in un altro modo: il Klimavest è il primo fondo d’impatto per i clienti privati ​​in Germania ad avere ciò che serve per dare ai profitti e provvedere alle imprese la spinta urgentemente necessaria.

Perché: L’ultima volta che Coba ha aumentato le sue entrate da commissioni in tutto il gruppo è stato nel 2015. Da allora è diminuito anno dopo anno, e non solo in percentuale …

ma anche in cifre assolute: nel 2019 il risultato delle commissioni è stato di quasi 400 milioni di euro inferiore a quello del 2015. Anche in termini puramente di attività con clientela privata, le commissioni attive nel 2019 sono al di sotto del livello del 2016, nonostante l’aumento dei mercati azionari, 2 milioni netti di nuovi clienti, e sebbene Comdirect è incluso. Solo nel 2020 sembra migliore in tutto il gruppo con un + 9% su una prospettiva di nove mesi, con Comdirect che fornisce i maggiori contributi qui.

E il collocamento del “Klimavest” ha sicuramente un effetto leva: l’attività dei clienti privati ​​ha recentemente raggiunto 1.914 milioni di euro di commissioni. Se si aggiungono i supplementi iniziali e le commissioni di portafoglio iniziali, anche con un calcolo conservativo, in considerazione dei miliardi di piani per i prossimi anni, saranno allettanti milioni di entrate “in più” a tre cifre o nuovi incentivi per i modelli di deposito “a tariffa fissa”.

E se non funzionasse? Quindi incentivi le vendite di terze parti. Con un carico di front-end fino al 5% e una commissione totale possibile fino al 2,85%, comprese le commissioni di distribuzione, le persone saranno presto disposte a insegnare alla sussidiaria di Commerzbank le attività urgentemente richieste.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.