10 milioni di stipendio per il CEO di UBS Ralph Hamers

Blick.ch 15.11.20

Axel Weber, Presidente di UBS, commenta in un’intervista i meriti del suo nuovo CEO Ralph Hamers. Prende posizione anche sulle voci di fusioni e un possibile taglio di posti di lavoro e filiali presso la grande banca.

Ralph Hamers (54) è stato CEO ufficiale di UBS per due settimane. L’olandese ha assunto l’incarico dal capo di lunga data Sergio Ermotti (60). La fase di induzione di due mesi si è conclusa il 1 ° novembre. Ermotti è andato. Rimane una domanda: Hamers guadagna quanto il suo predecessore?

Ermotti ha ricevuto oltre 10 milioni di franchi. Un mega stipendio. Con il suo vecchio datore di lavoro, la banca olandese ING, Hamers ha guadagnato poco più di 2 milioni di franchi. Nella grande banca UBS, Hamers non si prende solo cura dei super ricchi, ma lo sta anche diventando. In ogni caso, dovrebbe guadagnare cinque volte di più nel suo nuovo datore di lavoro che in ING.

“Lo stesso vale per il nostro nuovo CEO come per il precedente CEO e per tutti i nostri dipendenti: paghiamo in base alle prestazioni. Mr. Hamers riceverà lo stesso stipendio base del suo predecessore, la componente variabile dipende dalla sua performance “, ha affermato Axel Weber (63), Presidente del Consiglio di amministrazione di UBS, in un’intervista a” NZZ am Sonntag “. Per inciso, come banca globale sei anche in competizione globale. “Il settore finanziario negli Stati Uniti è un importante pacemaker e non mi aspetto cambiamenti fondamentali negli stipendi”.

Weber rassicura chi teme per il proprio lavoro

Weber mostra che non ci saranno cambiamenti fondamentali nel numero di posti di lavoro e filiali. Nonostante l’economia debole a causa della crisi della Corona, UBS non ha attualmente in programma tagli di posti di lavoro. La grande banca non vuole far fronte al tempo incerto con prospettive economiche modeste sulle spalle dei suoi dipendenti.

UBS impiega 70.000 persone in tutto il mondo, di cui 21.000 in Svizzera. Il presidente di UBS resiste alle pressioni di investitori e analisti che criticano i costi della grande banca come troppo alti.

UBS gestisce 240 filiali in Svizzera, mentre Credit Suisse ne ha 120 in tutta la Svizzera. Hamers è considerato un digitalizzatore. Ma anche qui la grande banca tiene la palla piatta. “Ciò che conta è ciò che vogliono i nostri clienti. L’uso digitale delle nostre offerte è in anticipo. Questo è il motivo per cui continueremo ad ampliarlo », afferma Weber.

Infine, ha anche commentato le voci di una fusione con Credit Suisse. UBS non sta cercando un partner. È abbastanza forte da plasmare il suo futuro da sola.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.