Creval: Credit Agricole Italia lancia Opa a 10,5 euro/azione

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Credit Agricole Italia, società controllata per il 75,6% da Credit Agricole, lancia un’offerta pubblica di acquisto volontaria totalitaria, con corrispettivo in denaro sulla totalità delle azioni di Credito Valtellinese. 

Secondo il management, attraverso questa operazione continua lo sviluppo di un solido e profittevole gruppo bancario italiano beneficiando del forte radicamento territoriale. La combinazione di Crédit Agricole Italia e Credito Valtellinese consoliderà la posizione del gruppo come banca commerciale #6 in Italia, impegnata a servire al meglio i suoi 3 milioni di clienti, facendo leva su una cultura condivisa di continuo supporto alle comunità locali. Sempre secondo il management si tratta di una alleanza di due banche solide e caratterizzate da una buona performance. Ci sara’ una significativa creazione di valore, a beneficio di tutti gli stakeholder. 

Per gli azionisti di Credit Agricole Italia ci sara’ un Return on Investment stimato superiore al 10% in 3 anni; un comprovato track-record di integrazioni di successo da parte di Credit Agricole Italia: due gruppi già partner in ambito bancassicurativo, una rete commerciale ben conosciuta da Crédit Agricole e ben compatibile con il modello di business di Credit Agricole Italia. Una strategia di crescita sostenibile da parte di Credit Agricole Italia, avendo dimostrato la sua capacità di integrare con successo altre banche, come evidenziato dalle sue precedenti acquisizioni in Italia. 

Nel dettaglio il corrispettivo dell’offerta interamente in denaro e’ pari a 10,50 euro per ogni azione di Credito Valtellinese. Questo prezzo equivale ad un investimento totale di 737 mln da parte di Credit Agricole Italia per arrivare a detenere il 100% delle azioni di Credito Valtellinese. Il corrispettivo incorpora i premi rispetto alla media aritmetica, ponderata per i volumi giornalieri scambiati, dei prezzi ufficiali delle azioni di Credito Valtellinese: un premio del 21,4% rispetto al prezzo di Credito Valtellinese al 20 Novembre 2020; un premio del 42,0% rispetto al VWAP di Credito Valtellinese per azione degli ultimi 3 mesi al 20 Novembre 2020; un premio del 53,9% rispetto al VWAP di Credito Valtellinese per azione degli ultimi 6 mesi al 20 Novembre 2020; un premio del 50,2% rispetto al VWAP di Credito Valtellinese per azione degli ultimi 6 mesi al 21 Febbraio 2020, prima del Covid-19. 

Credit Agricole Italia ha già ricevuto un impegno a vendere da parte di Algebris, per la sua partecipazione in Credito Valtellinese pari a circa il 5,4% del capitale sociale, previa approvazione regolamentare. Nel contesto dell’offerta, Credit Agricole Assurances (controllata di Credit Agricole S.A.) venderà a Credit Agricole Italia la partecipazione detenuta in Credito Valtellinese, pari a circa 9,8% del capitale sociale. 

A seguito dell’Offerta, Credit Agricole Italia intende procedere alla fusione per incorporazione di Credito Valtellinese in Credit Agricole Italia al fine di consentire un’effettiva integrazione delle proprie attività con quelle di Credito Valtellinese. L’Offerta sarà condizionata al raggiungimento da parte di Credit Agricole Italia di una partecipazione pari almeno al 66,7% del capitale sociale con diritto di voto di Credito Valtellinese, con la possibilità per Crédit Agricole Italia di rinunciare a tale condizione purché abbia acquisito almeno il 50% + 1 azione del capitale sociale con diritto di voto di Credito Valtellinese. Altre condizioni includeranno – inter alia – l’ottenimento delle autorizzazioni incondizionate da parte delle Autorità competenti in materia di antitrust e l’astensione da parte di Credito Valtellinese di qualunque misura difensiva (sebbene autorizzata dall’assemblea degli azionisti di Credito Valtellinese). 

In coerenza con gli obiettivi e il razionale industriale dell’Offerta: nell’ipotesi in cui, all’esito dell’Offerta, Credit Agricole Italia venisse a detenere una partecipazione complessiva superiore al 90% del capitale sociale di Credito Valtellinese, Credit Agricole Italia non intende porre in essere misure finalizzate a ripristinare le condizioni minime di flottante per un regolare andamento delle negoziazioni delle azioni di Credito Valtellinese, e ciò comporterà la revoca delle azioni di Credito Valtellinese dalla quotazione; in ogni caso, a seguito dell’Offerta, ricorrendone i presupposti Credit Agricole Italia intraprenderà le attività necessarie per procedere alla fusione per incorporazione di Credito Valtellinese, attraverso la quale realizzare la piena integrazione e, quindi, massimizzare la creazione di valore in coerenza con la strategia implementata da Credit Agricole Italia nelle ultime operazioni significative. 

L’acquisizione di Credito Valtellinese permetterà di rafforzare la posizione competitiva di Credit Agricole in Italia, il suo secondo mercato domestico, ribadendo il nostro costante e duraturo impegno nel supportare i nostri clienti e le comunità locali di riferimento, ed essendo così un ideale datore di lavoro per il Paese. 

Credit Agricole S.A. si aspetta che l’operazione produca un incremento dell’utile per azione al 2022 e che generi un Return on Investment maggiore del 10% in 3 anni, basato solo su sinergie di costo e di funding. L’operazione permetterà la creazione di valore a lungo termine attraverso il progressivo crossselling con le linee di business di Credit Agricole, un importante pilastro della nostra strategia. 

Al termine dell’operazione, è stato preliminarmente stimato che l’impatto negativo dell’operazione sul Capitale primario di Classe 1 di Credit Agricole SA rimarrà al di sotto di 20 pb. Sulla base della esperienza passata nel realizzare integrazioni di successo, Credit Agricole S.A. è fiduciosa nell’abilità di Credit Agricole Italia di integrare Credito Valtellinese senza difficoltà e con un minimo rischio di integrazione. Inoltre Credit Agricole Italia stima di generare un Return on Investment di oltre il 10% entro il terzo anno, basandosi sulle sole sinergie di costo e di funding. 

Con l’acquisizione di Creval, Credit Agricole Italia ambisce a consolidare la sua posizione competitiva come la banca commerciale #6 nel mercato Italiano per AuM + AuC e a diventare la #7 per totale attivi e numero di clienti, raggiungendo una quota di mercato del 5% a livello nazionale (basata sul numero di filiali): presenza nelle aree più produttive del Paese, soprattutto in Lombardia; oltre 1,200 filiali e 2,8 milioni di clienti, con accesso diretto all’offerta del Gruppo Credit Agricole, leader in Europa; migliore efficienza operativa, in particolare attraverso sinergie di costo; una robustà qualità degli attivi che migliorerà ulteriormente successivamente all’integrazione (incidenza crediti deteriorati lordi dell’entità aggregata al 6,6% e copertura dei crediti deteriorati al 54% ai 9M 2020, con l’intenzione da parte di Credit Agricole Italia di perseguire attivamente nel de-risking dell’entità aggregata); solidità finanziaria, ulteriormente rafforzata dal supporto del Gruppo Credit Agricole, e dimostrata da un elevato livello di solvency14 e solidi credit ratings. 

L’acquisizione di Credito Valtellinese rappresenta un’opportunità ideale di crescita per Crédit Agricole Italia, soprattutto in termini di copertura geografica: incremento della massa critica in aree complementari e adiacenti a quelle già servite e rafforzando la copertura locale della clientela; significativo rafforzamento nel Nord Italia; Raddoppio della quota di mercato in Lombardia (dal 3% a più del 6%), dove Credito Valtellinese opera con più del 40% delle proprie filiali, diventando la 7* banca nella regione, un significativo miglioramento nella più grande e ricca Regione italiana e, in particolare, a Milano; Aumento dimensionale in Piemonte, nelle Marche e nel Lazio e accesso a nuove Regioni, incluse le aree metropolitane più dinamiche della Sicilia, oltre che la Valle d’Aosta e il Trentino. 

I clienti di Credito Valtellinese avranno accesso ad un’attraente e completa offerta di soluzioni finanziarie, beneficiando dell’intera offerta bancassicurativa, leader in Europa, del Gruppo Crédit Agricole presente in Italia. Al tempo stesso, i collaboratori di Credito Valtellinese entreranno a far parte di un gruppo finanziario leader nel settore e top employer. L’entità aggregata manterrà il proprio forte impegno a supporto dell’economia italiana e delle comunità locali, attraverso la prossimità ai territori. 

Ai fini dell’Offerta, Credit Agricole Italia è assistita da J.P. Morgan Securities plc e Credit Agricole Corporate & Investment Bank quali consulenti finanziari, e da BonelliErede, quale consulente legale. 

com/lab 

(fne) 

MF-DJ NEWS 

2308:05 nov 2020 

(END) Dow Jones Newswires

November 23, 2020 02:07 ET (07:07 GMT)