B.Mps: Sileoni; no con Unicredit, meglio con Bari e Genova (CorSera)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

“La situazione di Mps va monitorata. Non vedo bene che possa finire a Unicredit per di più con soldi pubblici, perché avrebbe impatti molto pesanti a livello territoriale e occupazionale che temo sarebbe difficile da gestire anche con il fondo esuberi, che pure copre fino a 7 anni di scivolo su base volontaria”. 

Lo ha detto in una intervista al Corriere della Sera il segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni, aggiungendo che le alternative sono “o altri due anni di tempo per cercare un partner, ma si deve trattare con la Ue, o creare un polo con Carige e Popolare Bari, pulito da rischi legali e creditizi. Nascerebbe una banca pubblica da 2.300 sportelli bancari che, sul modello di Poste, potrebbe usare dietro convenzioni servizi e prodotti di altre banche. Diventerebbe una banca-rete che non creerebbe bagni di sangue perché le tre banche non sono territorialmente sovrapposte, e senza esborsi dello Stato. Ma nel governo c’è divisione su questo, e anche dentro PD e M5S”, aggiunge il segretario generale della Fabi. 

pev 

(END) Dow Jones Newswires

November 24, 2020 03:25 ET (08:25 GMT)